Cosa succede se non pago la multa

3265 0
3265 0

Chi rompe paga e i cocci sono suoi. Avete violato il codice della strada? Bene, adesso dovete pagare la multa. Ma che succede se proprio non potete o volete pagarla? Ve lo spieghiamo qui sotto: vi offriamo qualche dritta che può servire a chi decide di non pagare la multa comminata dal codice della strada.

Pago meno, faccio ricorso, non pago…

Quando riceviamo la notifica di una multa siamo di fronte a tre possibilità: pagare la multa entro cinque giorni e fruire quindi della riduzione prevista per questa eventualità; proporre ricorso al prefetto o al giudice di pace entro sessanta giorni; infine, non pagare proprio.

Ora, l’ultima opzione, quella “non pago proprio”, ve la sconsigliamo caldamente. Le conseguenze possono essere piuttosto serie e comunque sempre spiacevoli: se non la pagate, infatti, la multa sarà iscritta a ruolo dal creditore, che quanto prima vi notificherà una bella cartella esattoriale. Poco ma sicuro, nella cartella l’ammontare iniziale della multa sarà decisamente aumentato, considerati gli interessi e le varie gabelle e sanzioni aggiuntive.

Pagare il doppio?

Insomma: non pagare la multa potrebbe venirvi a costare anche il doppio della sanzione originaria, più le spese di esazione. Per avere un’idea, a ogni mese di mancato pagamento la cartella può aumentare del dieci per cento. Adesso speriamo abbiate ben chiaro perché non pagare non è una buona idea.

Se decidete comunque di non pagare e siete fortunati, può essere che entro cinque anni dalla notifica della sanzione amministrativa non vi arrivi nessuna cartella esattoriale e che la multa vada quindi in prescrizione. Ma se la cartella vi raggiunge entro i 5 anni, guai a voi.

E se non pago la cartella?

Se proprio decidete di non saldare la cartella per una vecchia multa, l’ente creditore, se ha notificato per bene l’avviso, potrà sottoporvi a esecuzione forzata: in sintesi, vi pignorano dei beni (in primis la macchina, ma anche la casa) fino alla concorrenza del debito (multa iniziale, more, interessi, sanzioni accessorie, eccetera…).

Casi particolari:

  • Eccesso di velocità: se non pagate una multa per eccesso di velocità o per altre infrazioni per cui si perdono punti sulla patente, ben presto vi verrà notificata una nuova sanzione per la mancata comunicazione dei dati del conducente al fine di scalare i punti dovuti.
  • Il bollo: anche il bollo auto è una tassa che va pagata. Peraltro, siccome (casualmente?) non è stato emanato un decreto di attuazione, chi non lo paga al momento non è che rischi granché. È escluso il sequestro e non è infrequente vincere il ricorso nel caso il veicolo sia stato radiato d’ufficio.

Ultima modifica: 3 settembre 2018