Che cosa è la revisione auto?

1726 0
1726 0

Rispetto alla normale manutenzione che è sempre opportuno effettuare regolarmente su qualsiasi genere di mezzo, privato o pubblico, leggero o pesante, a due o quattro ruote, la revisione è un vero e proprio obbligo di legge. La revisione di un mezzo è richiesta con modalità  ben precise che dipendono dall’utilizzo del mezzo, dalla sua funzione e dalla sua immatricolazione.

Revisione auto, la norma

Prendiamo il caso più comune, quello di auto privata per uso civile: la norma prevede che la revisione di un veicolo venga effettuata quattro anni dopo la prima immatricolazione. Poi, dalla seconda revisione in poi, si procede ogni due anni. Revisione significa far sottoporre il proprio veicolo a una scrupolosa visita di efficienza meccanica che viene effettuata presso un’officina della motorizzazione con un collaudo da parte di periti.

Si controllano freni, impianto elettrico, gas di scarico: tutte quelle che sono le dotazioni tecniche di sicurezza. E tutto deve essere perfettamente funzionante. Se il perito ritiene che la vettura non debba passare il collaudo, si hanno alcuni giorni a disposizione per risolvere le problematiche e affrontare un nuovo collaudo.

Modi e costi

La revisione ha costi ben precisi che sono di fatto immutati da una decina di anni. Indipendentemente da quelli che saranno i costi per mettere in sesto la nostra vettura e consentirle di passare il collaudo, sottoporre la vettura a revisione costa una cifra ben precisa a seconda della modalità prescelta.

Le opzioni sono tre: prendere appuntamento presso la sede della motorizzazione e portare l’auto al collaudo direttamente, 45€. Avvalersi di un’agenzia dell’ACI. Il costo è di 66.25€. Affidarsi a officine autorizzate che sono riconosciute anche per la loro attività di centri di revisione certificati: si spende qualcosa di più e si risparmia in tempo e appuntamenti, il costo è di 66.80€. Da tempo si parla di un possibile aumento di queste tariffe del 10%. Ma la cosa è ancora in discussione e non è stata ratificata,

I tempi

Il coronavirus ha leggermente cambiato le regole consentendo un’estensione dei termini che si è resa necessaria perché nel corso del lockdown sono state centinaia le officine autorizzate a chiudere senza poter più prestare assistenza. Così come anche gli sportelli della motorizzazione preposti a questa funzione hanno subito un fortissimo rallentamento nel proprio calendario.

Il Decreto Cura Italia aveva già esteso le scadenze di agosto e settembre ma anche per le auto che dovevano effettuare la revisione entro il 31 dicembre la scadenza è stata prorogata fino a tutto febbraio.

Ultima modifica: 5 febbraio 2021