Cosa mangiare per affrontare al meglio un viaggio in auto

364 0
364 0

State per affrontare un viaggio in auto e non sapete cosa mangiare? Una prima distinzione, dovete guidare o siete passeggeri e magari soggetti a un po’ di mal d’auto?

Le cose ovviamente cambiano ma cercheremo di dare indicazioni per entrambi i casi. In ogni caso la parola d’ordine è moderazione e leggerezza.

Mangiare cose nutrienti ma leggere, ed evitare il latte

Per chi è passeggero e si appresta a un tratto in auto magari particolarmente lungo e ricco di curve, la cosa fondamentale è evitare alimenti pesanti o difficilmente digeribili: sconsigliato sicuramente il latte anche se magro, meglio un succo di frutta o una spremuta ben zuccherata sempre che chi la assume sia abituato e non rischi di aumentare il tono di acidità nello stomaco.

Una fetta di torta, una crostata per esempio, o un croissant – meglio se di pasticceria piuttosto che confezionato – vanno molto bene ma meglio ancora sono le fette biscottate magari con un velo di marmellata o dei biscotti semplici.

E poi, soprattutto, non si deve esagerare: mai imbottirsi di cibo prima di dover partire per un viaggio. Si corre il rischio di mischiare alimenti che il nostro organismo faticherà ad assimilare un po’ per via del viaggio e un po’ anche per via della tensione che spesso accompagna chi sa di rischiare qualche malessere.

Il nemico per chi guida è il colpo di sonno

Il vero problema per chi si mette alla guida dopo pranzo, o peggio ancora dopo cena, è il colpo di sonno: bisogna tenere presente che la strada, con la sua segnaletica a terra e con il suo lento defluire, spesso favorisce la sonnolenza.

Mangiare pesante è la cosa da evitare in assoluto: evitare assolutamente l’alcol (e non solo per una questione di punti sulla patente); meglio un primo leggero (un’insalata di riso o una semplice pasta con il pomodoro) piuttosto che i panini o i sughi elaborati.

Ma un pasto completo: primo o secondo, meglio un piatto unico con la verdura e la frutta. Benissimo l’insalatona, ottima la bresaola con l’insalata, bene anche una fettina di carne alla piastra con un po’ di contorno. Da evitare i fritti e soprattutto se si è d’estate privilegiare alimenti ricchi di potassio come mozzarella, pollo, tonno.

Meglio evitare i condimenti pesanti e le troppe salse. Bevete acqua, meglio se naturale: da evitare le bevande troppo gassate e troppo fredde e beve poco e a piccoli sorsi. Mai trangugiare mezzo litro di prodotto tutti insieme. Un caffè? Meglio… ma ottimo anche il ginseng.

Ultima modifica: 12 aprile 2019