Ciò che mangi influenza la tua guida

257 0
257 0

Può sembrare una notizia assurda, ma è proprio così: come mangi, ma soprattutto cosa mangi può avere delle influenze sul tuo stile di guida. Soprattutto durante il periodo estivo, quando si effettuano viaggi lunghi ore e ore, è necessario fermarsi di tanto in tanto per sgranchirsi le gambe e per rifocillarsi. Spesso, si approfitta degli autogrill che si trovano lungo le autostrade, ma non è raro trovare famiglie che decidono di prepararsi un pasto al sacco per il viaggio. È bene, dunque, essere a conoscenza di alcune buone pratiche per evitare di ritrovarsi in situazioni di pericolo mentre si è alla guida.

Decalogo ACI per un’alimentazione corretta

L’ACI (Automobile Club d’Italia) ha stilato un vero e proprio decalogo, contenente dei consigli pratici su come mangiare al meglio prima e durante un lungo viaggio. Vediamo insieme alcuni punti:

  • partire leggeri: è importante iniziare il viaggio senza aver consumato un pasto abbondante, soprattutto evitando i cibi fritti che pesano molto sul sistema digestivo;
  • fermarsi spesso: le soste durante un lungo viaggio devono essere frequenti, anche se brevi. Questo aiuta l’organismo a non sovraccaricarsi con digestioni di pasti pesanti;
  • niente alcolici: sembra una regola scontata (essendo anche regolamentata dalla legge), ma l’abitudine italiana di prendere un alcolico dopo i pasti potrebbe spuntarla, ma è bene ricordare che gli alcolici non aiutano la digestione e anzi la rallenta;
  • bere tanta acqua: restare idratati durante un viaggio lungo è importante, ma è bene sottolineare di evitare il ghiaccio e l’acqua troppo fredda, che può portare congestioni.

Quindi, come regola di massima è importante evitare cibi troppo pesanti, come i fritti o i dolci troppo calorici. Bisogna, invece, preferire spuntini light e nutrienti da mangiare con frequenza durante le brevi soste.

È possibile mangiare alla guida?

Per quanto riguarda l’ambito dell’alimentazione alla guida, è importante sottolineare che è molto pericoloso mangiare alla guida. Il Codice della Strada non ha un articolo che parli esplicitamente di cibo e guida, ma ne ha almeno due che indirettamente vietano di mangiare mentre si guida.
L’Articolo 141 dice che “il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo” e questo implica avere le mani libere da brioche, panini e altri cibi. Allo stesso modo, l’Articolo 169 presuppone la stessa condizione perché parla di “ampia libertà di movimento”. Dunque, nonostante il Codice della Strada non parli esplicitamente di cibo, è chiaro che venire sorpresi mangiando al volante potrebbe risultare in una sanzione da parte delle Forze dell’Ordine, per non parlare del rischio di incidenti.

Ultima modifica: 13 luglio 2022