Cosa fare quando c’è la spia avaria al motore

660 0
660 0

Sapete riconoscere ciò che vi indica quella spia che si è accesa improvvisamente nel quadro comandi della vostra auto? Se la risposta è sì, non possiamo che farvi i complimenti. Sono davvero pochi gli automobilisti in grado di interpretare immediatamente il senso delle icone identificative dei problemi che si verificano in una vettura. Vediamo, nel dettaglio, cosa è bene fare.

Spia avaria motore: cosa fare

Con l’introduzione delle norme contro l’inquinamento atmosferico, se ne sono aggiunte delle altre. È il caso ad esempio della cosiddetta spia avaria motore. Di colore giallo ambra, reca il profilo di un propulsore con i relativi collegamenti al sistema di catalizzazione. E non a caso l’accensione di tale segnalatore dipende molte volte dall’errato funzionamento del filtraggio degli inquinanti e non da veri e propri guasti del motore.

Per la legge però sono equiparati e la spia li segnala allo stesso modo sollecitandoci un pronto intervento meccanico. Vediamo allora cosa fare quando c’è la spia avaria al motore accesa sul quadrante. Cominciamo col dire che anche l’accensione della spia può variare. Se si presenta fissa, in genere si tratta di una problematica strutturale e presumibilmente più serio. È quindi decisamente consigliabile rivolgersi quanto prima presso un’officina specializzata per far controllare l’auto ed evitare rotturegravi.

Tra le possibili cause del malfunzionamento può esserci un problemaagliiniettori, al collettore di scarico, o un’anomalia nel pedale dell’acceleratore. Talvolta l’origine del problema non è così grave. Anche l’utilizzo inavvertito di un carburante impuro può determinare un intoppo nel sistema e la conseguente attivazione della spia. Ma non potendolo sapere a priori, ciò ci costringe ugualmente a recarci in officina. 

Se invece la segnalazione di accensione si presenta intermittente, la causa potrebbe risiedere nel catalizzatore. In tal caso il motore va incontro a un rapido decadimento delle prestazioni (riconoscibile dal tipico singhiozzamento della vettura) e dopo qualche tempo il veicolo potrebbe persino non andare in moto. È dunque inevitabile raggiungere quanto prima un meccanico.

Chiaramente, non dobbiamo far caso ad accensioni dell’indicatore per brevi periodi in coincidenza con la messain moto dell’automobile. Se invece la spia resta in funzione, è inevitabile contattare un tecnico. Talvolta la cosa può dipendere semplicemente da un “falso positivo”, ovvero una segnalazione erronea della spia senza che vi sia alcun reale guasto. Per comprenderlo è opportuno fare qualche prova di accensione e spegnimento ripetuti. Molto frequenti anche i guasti alle valvole EGR o errori nella misurazione del surriscaldamento.

Ultima modifica: 5 novembre 2021