Cos’è la ruota di scortadi un’auto

318 0
318 0

Molti di voi avranno sentito parlare del ruotino di scorta. Come indica il nome, si tratta di una ruota di scorta di dimensioni più ridotte di quelle che avrebbe uno pneumatico di misura analoga a quella di serie per il proprio veicolo. Fondamentale è tenere presente che, se la funzione immediata di gomma d’emergenza è la medesima, non altrettanto può dirsi per l’utilizzo nel medio periodo.

La ruota di scorta: come e quando utilizzarla

La legge vieta di circolare con un ruotino per lunghi percorsi, e obbliga a sostituirlo non appena possibile, preferibilmente evitando i percorsi autostradali. Ciò perché tale soluzione è prettamente emergenziale. Nasce dall’esigenza di ridurre lo spazio occupato nel baule portabagagli, mantenendo al contempo una minima funzionalità. E non a caso la normativa stabilisce anche un limite di velocità massima per la circolazione con un ruotino di scorta montato. Tale tipologia di pneumatici è omologata per una velocità massima di 80 chilometri orari, assolutamente da non superare per non incorrere in violazioni di legge, ma soprattutto per tutelare la propria incolumità e quella dei passeggeri.

La legge inoltre fissa un quantitativo massimo di chilometri che è possibile percorrere con un ruotino installato: 1.000 chilometri. Oltre tale soglia sarà obbligatorio cambiare la gomma. La legge invece non è inflessibile rispetto alla possibilità di utilizzare il ruotino sulle diverse tipologie di arteria stradale. Anche in autostrada dunque è possibile guidare avendo un ruotino di scorta a completare il treno di gomme. Il ruotino serve proprio a risolvere eventuali situazioni di emergenza, che purtroppo possono capitare anche sulle strade a scorrimento veloce. L’importante in tali casi è rispettare comunque il limite massimo di velocità di 80 chilometri orari.

Tutte disposizioni da conoscere. Ma ciò che è consigliabile in linea generale è tenere montato il ruotino soltanto per lo stretto necessario. Guidare dunque in via del tutto eccezionale con uno pneumatico di dimensioni diverse dalle altre fino a un’officina o un centro cambio gomme. Dal punto di vista delle dimensioni, il ruotino si differenzia dalla ruota tradizionale sia per lo spessore, decisamente inferiore, sia per altre caratteristiche. Innanzitutto il battistrada, solitamente più sottile di 3 millimetri. Tale spessore è particolarmente rischioso in caso di circolazione nei mesi invernali, quando le condizioni delle strade sono più incerte. Collegato a tale peculiarità è anche la pressione degli pneumatici che varia dai 2 ai 3 Bar in uno tradizionale, a seconda del modello selezionato. La pressione di un ruotino di scorta si aggira invece tra i 3.8 e i 4.2 Bar. In caso di utilizzo di ruotino di scorta universale, la prescrizione a raggiungere subito un’officina è ancora più stringente.

Ultima modifica: 27 settembre 2021