Coperta per motorino, come sceglierla

598 0
598 0

In inverno viaggiare in scooter o motorino con freddo e neve, pioggia ed intemperie diventa difficile: le condizioni climatiche sono sfavorevoli. Un accessorio assolutamente indispensabile è quindi la copertina coprigambe.

Come scegliere la coperta coprigambe per motorino

Coprigambe per scooter universale: è quello che si adatta a qualsiasi stazza ed è composto da un doppio strato: quello esterno che è impermeabile e quello interno che è felpato. Il coprigambe universale è molto resistente all’acqua, al vento e al freddo in generale. Il rivestimento felpato, però ha il difetto di appallottolarsi sulle gambe e sulla pedana.

Il sistema di fissaggio ai piedi è scomodo, soprattutto quando si scende poiché i piedi restano scoperti. C’è una tasca portaoggetti ma il contenuto rischia di cadere se ci si sporge in avanti: per risolvere il problema basterebbe una chiusura con velcro.

  • Pantaloni antipioggia e antivento: i pantaloni antipioggia sono molto pratici, si indossano sopra i normali indumenti dell’abbigliamento quotidiano e costituiscono una buona protezione da pioggia e vento.
  • Teli: per una maggiore protezione dalla pioggia, i teli coprigambe sono l’ideale. Il loro uso è semplice: si allacciano allo scooter mediante appositi ganci e poi si coprono le gambe.
  • Copertina coprigambe: Questa, a differenza del telo appena descritto, va allacciata in vita, diventa scomoda se ci si deve fermare spesso e se si deve salire e scendere in continuazione dallo scooter.
  • Praticità e resistenza

La coperta deve essere facile da mettere e togliere, leggera e con una buona protezione dal freddo. La coperta o il coprigambe devono anche essere fatti di materiale resistente e presentare delle buone rifiniture e chiusure. Infine bisogna ricordare che coperta e coprigambe per lo scooter non sono la stessa cosa.

La coperta protegge le gambe da freddo e pioggia ma non s’indossa. Il coprigambe, invece, va “indossato” sui vestiti è può avere una pettorina oppure essere a pantalone. In commercio esistono molti modelli di “coprigambe”: possono essere una sorta di coperta, dei termoscud che tengono al caldo oppure avere la forma di pantaloni. 

Il lavaggio e la conservazione della coperta 

La coperta deve essere lavata in una soluzione composta da acqua tiepida e aceto bianco: bisogna inumidire un panno e passarlo energicamente sulla superficie da pulire, poi si lascia asciugare il capo in un luogo ventilato senza esposizione al sole e alla luce diretta. Dopo il lavaggio, la coperta coprigambe va piegata e riposta in un luogo asciutto e privo di umidità.

Ultima modifica: 19 febbraio 2021