Constatazione amichevole: tempi e come compilare

1061 0
1061 0

La constatazione amichevole è il mezzo più pacifico per risolvere qualche piccolo incidente. Non è difficile da compilare e risulta abbastanza efficace.

A tutti quanti noi sarà capitato almeno una volta nella vita di rimanere coinvolti in qualche piccolo incidente, dove stabilire torti e ragioni risulta apparentemente di difficile soluzione. Ebbene la constatazione amichevole è un mezzo mediante il quale poter evitare discussioni e litigi, un mezzo mediante cui informare la propria compagnia assicurativa dei fatti e poter risolvere la questione.

Ma come funziona realmente questo documento?

Innanzitutto bisogna chiarire che si tratta di un modulo totalmente da compilare, mediante il quale ognuna delle parti può fornire la propria versione dell’accaduto e lasciare il giudizio finale all’imparzialità delle compagnie assicurative.

Si tratta, come si diceva, di una modalità di risoluzione temporanea abbastanza equa perché fornisce la possibilità di fornire la propria visione delle cose, la sua efficacia è immediatamente collegata alla completezza delle informazioni fornite.

Il modulo si compone di 4 facciate, di cui 2 in doppia copia mediante carta chimica. In ognuna delle parti si può distinguere una zona dedicata ai dati personali dei conducenti e dei veicoli e una sezione dedicata alla spiegazione della dinamica dei fatti, sia a parole scritte che attraverso un disegno vero e proprio.

I veicoli coinvolti nell’incidente vengono identificati come veicolo A, B, C e via dicendo. E rimane necessario tentare di esporre i fatti nella maniera più chiara possibile se si aspira ad una decisione finale equa.

Rimane chiaro che si può sempre ricorrere all’intervento di una perizia preposta a tali situazioni, ma nelle questioni meno gravi (cioè quando nessun ferito grave è coinvolto) rimane uno strumento molto utilizzato.

I tempi di compilazione sono abbastanza veloci se affidati ad una persona non direttamente coinvolta nei fatti, la tensione del momento può sempre giocare brutti scherzi.

Per quello che riguarda i tempi di risoluzione della questione specifica, si dovrebbe aprire un discorso abbastanza ampio che si tenterà di semplificare. Una volta compilata in tutte le sue parti, la constatazione amichevole permette di ottenere per ognuna delle parti coinvolte una copia con le proprie dichiarazioni e una con le dichiarazioni della controparte.

Le copie in possesso vanno consegnate alla propria compagnia assicurativa che avvierà le dovute indagini sul caso. I tempi di risoluzione dipendono dalla chiarezza delle questioni esposte e non è esclusa la possibilità di dover approntare una seconda dichiarazione successiva. La prassi poi prevede la classica ispezione di un perito che valuterà i danni subiti nell’incidente.

Ultima modifica: 28 agosto 2017