Consigli per guidare con il cambio automatico

2253 0
2253 0

Ormai si sono creati due veri e propri partiti: quelli che il cambio automatico non lo sopportano, e vogliono poter gestire le marce della propria auto con la frizione e di testa propria, e quelli che invece considerano il fatto di poter abbandonare il pomolo del cambio come una vera e propria liberazione. Anche se le auto sono sempre più automatizzate e gestite elettronicamente, anche se il cambio manuale è molto più semplice da gestire grazie agli avvisi della centralina, il cambio automatico sta acquisendo sempre più spazio e campo.

Suggerimenti per il cambio automatico

Anche il cambio automatico ha bisogno di qualche avvertenza e non possono essere sottovalutate delle modalità che sono importanti e che non sono così banali per chi decide di passare dalla modalità manuale a quella senza frizione. Molti, pensando di sfruttare l’inerzia del veicolo e magari di risparmiare qualcosa in termini di carburante e motore, mettono in folle in discesa o nei tratti dove non è necessario dare trazione. Questa non è mai una buona idea ma con il cambio automatico, mettere in N con l’auto in movimento, è ancora meno indicato.

Il cambio automatico richiede una modalità di guida garbata. Non si schiaccia a tavoletta e non si frena all’impazzata. Meglio seguire il normale flusso del numero dei giri dando gas in modo costante e progressivo.

Cambiare a macchina ferma

Mai inserire le marce principali, avvio o retro, a macchina in movimento. Il cambio automatico richiede poche attenzioni durante la marcia e questa è quella più importante. Il kick down è la pressione del gas a fondo corsa, quando si incontra ‘un bottoncino’. Una volta premuto la centralina elettronica riceve il comando di dare al motore una spinta costante e continua per raggiungere la massima velocità: serve in caso di accelerazione, quando si deve entrare in autostrada o durante un sorpasso.

Il cambio automatico quando si è in coda è una bella comodità: la macchina al minimo dei giri garantirà una trazione minima, ed è sufficiente. Inutile accelerare e decelerare. Anche in questo caso occorre continuità e un po’ di garbo.

Il piede sinistro

L’ultima raccomandazione è una delle più importanti: chi è abituato alla frizione sarà tentato nei primi giorni di prova a schiacciare il freno con il piede sinistro. É una cosa che va assolutamente evitata: anche le auto con cambio automatico ha una frizione, è elettronica e non la si usa con il pedale sinistro. Dare gas e frenare contemporaneamente rischia di mandare in tilt la centralina ma soprattutto di surriscaldare la frazione.

Ultima modifica: 4 febbraio 2021