Common rail: cos’è e a cosa serve

10706 0
10706 0

Che cosa è

Questo sistema è stato sviluppato, ideato e anche pre-industrializzato dalla Fiat e solo successivamente industrializzato da Bosch, nel 1997 sull’Alfa Romeo 156. Questo sistema innovativo, poi implementato e migliorato da Bosch ha portato un enorme progresso nei motori diesel. Il Common rail (rampa comune) è una modifica del sistema di alimentazione caratteristico dei motori diesel, che collega una serie di iniettori “intelligenti” a controllo computerizzato ad una pompa ad iniezione ad alta pressione. Attraverso questo sistema viene pompata nella camera di combustione l’esatta quantità di carburante richiesta.

Consumi e rumori ridotti

Con questo sistema ingegneristico si risparmia una quantità di carburante pari al 12% ottenendo paradossalmente una potenza maggiore ed una coppia elevata così da usare marce più alte con meno energia. Riduce significativamente anche il rumore tipico dei motori a diesel. Non è un sistema perfetto. Come ogni cosa funzionale presenta dei pro e dei contro; in questo caso il common rail presenta la sua massima efficienza in motori con cilindrata superiore ai 2000 cc perché richiede energia costante. Infatti, un motore a bassa potenza fatica molto di più per poter mantenere una pressione costante.

Come funziona

Il gasolio contenuto nel serbatoio viene aspirato da un’elettropompa, la quale invia costantemente la quantità di carburante richiesta ad una pompa ad alta pressione. Durante questo tragitto il carburante viene filtrato da eventuali impurità che rischierebbero di danneggiare il motore. La pressione a cui viene sottoposto il diesel si aggira attorno ai 1350 bar anche grazie al condotto di accumulo dell’alta pressione, chiamato rail. Dopodiché il gasolio raggiunge gli elettroiniettori che, comandati da una valvola elettromagnetica, lo spingono nelle camere di combustione del motore. Non tutto il combustibile viene consumato e bruciato durante la combustione; quello che avanza viene reinserito all’interno del serbatoio attraverso la valvola regolatrice di pressione e anche dalla pompa ad alta pressione stessa.

La quantità di carburante da iniettare nella camera di combustione è regolata dal conducente tramite la pressione esercitata dal suo piede sul pedale dell’acceleratore o della frizione, nel caso si abbia appena acceso il motore e ci si debba muovere con la prima marcia o la retro a basse velocità. Il calcolo dei millilitri di diesel da iniettare è però calcolato matematicamente dalla centralina elettronica EDC, basando l’elaborazione dei dati sulla pressione esercitata sul pedale.

Ultima modifica: 20 marzo 2017