Come si utilizza il parasole auto?

633 0
633 0

Con l’arrivo dell’estate e delle alte temperature, è comune che la temperatura interna dell’auto si alzi vertiginosamente e diventi una tortura riprenderla dopo averla lasciata al sole per tante ore. Infatti, il calore dell’abitacolo può comportare rischi per la salute delle persone che devono viaggiare in quell’auto, ma non solo. Le temperature elevate potrebbero costituire un problema per le parti interne dell’auto, come i componenti elettronici, ma anche quelli di plastica che potrebbero essere compromessi. Vediamo, dunque, i modi per scongiurare i danni da caldo eccessivo nell’abitacolo grazie al parasole per parabrezza e come metterlo correttamente.

I vantaggi dell’utilizzo del parasole auto

Quando non si ha la possibilità di parcheggiare l’auto all’ombra, esiste un modo per cercare di evitare il surriscaldamento eccessivo dell’auto. Uno dei metodi per prevenire è utilizzare un parasole per il parabrezza dell’auto. Ne esistono di diversi tipi, vediamo i più comuni:

  • parasole a rullo: questi parasole si riavvolgono dopo l’utilizzo e sono molto facili da utilizzare, da chiusi occupano poco spazio;
  • parasole a fisarmonica: si ripiega su se stesso con facilità e si adatta ad ogni tipo di parabrezza;
  • parasole pieghevole su misura: la scelta migliore per avere una copertura completa, perché essendo creato su misura si adatta completamente al parabrezza.

I materiali utilizzati per questi accessori proteggono dai raggi UV e consentono all’abitacolo di non surriscaldarsi, in quanto riflettono il calore.

Come mettere correttamente il parasole auto

La cosa più importante nella scelta del parasole da acquistare è la misura. È fondamentale cercare di trovarne uno che misuri quanto più possibile come il parabrezza dell’auto che si desidera proteggere. Infatti, a meno che non si opti per un parasole creato apposta per la nostra auto, le misure sono standardizzate ed è necessario armarsi di metro per misurare il parabrezza della propria auto e trovare, poi, un parasole che si avvicini il più possibile.
Se si è deciso di acquistare un parasole a fisarmonica, prima di utilizzarlo, è necessario rimuovere gli elastici che lo tengono fermo. Successivamente, è sufficiente stenderlo su tutta la lunghezza del parabrezza, assicurandolo con le ventose presenti sull’accessorio. Se invece si opta per un parasole a rullo, il primo step è fissare la tenda grazie alle ventose presenti sul lato in alluminio del rullo, dove poi si va a chiudere la tenda. Poi, basta tirare la tenda secondo le proprie necessità e fissarla con la terza ventosa presente sull’altro capo del parasole.

Ultima modifica: 26 luglio 2022