Come trasportare il rimorchio dell’automobile

1290 0
1290 0

Prima di partire per un viaggio in automobile col rimorchio al seguito (basta avere la patente “B”), occorre effettuare il collegamento elettrico fra motrice e rimorchio (anche per i traini leggeri) e accertarsi che gli impianti di illuminazione e di segnalazione funzionino regolarmente. Gli specchi retrovisori esterni -montati sulla motrice- dovranno avere una adeguatavisibilità.

Come trasportare il rimorchio

I rimorchi devono essere immatricolati e dotati di targa propria, anche se leggeri. I carrelli appendice non hanno una targa propria, ma sono muniti di una targa ripetitrice, identica a quella della motrice. Per l’autovettura trainante un rimorchio o un caravan, vige l’obbligo di apporre i contrassegni indicanti i limiti massimi di velocità previsti. Il valore della massa rimorchiabile da un veicolo è indicato nella carta di circolazione. Gli specchi, non dovranno sporgere oltre 20 centimetri dalla sagoma del veicolo.

Si raccomanda di distribuire il carico del rimorchio in modo che gli oggetti pesanti siano il più vicino possibile all’asse (al centro) del rimorchio, non vicino al gancio di traino. Il carico dei rimorchi (anche se leggeri) può sporgere solo sul lato posteriore fino a 3/10 (cioè il 30%) della lunghezza del rimorchio e va indicato con apposito pannello segnalatore. La eventuale sporgenza laterale del carico non deve superare 30 cm di distanza dalle luci di posizione anteriori e posteriori.

Manovre col rimorchio

Lo spazio di manovra di un veicolo con rimorchio deve essere sempre libero da oggetti e persone. Durante la marcia, il rimorchio deve avere il ruotino pivottante abbassato. I rimorchi trainati da autovetture sono muniti di freno ad inerzia che entra in azione quando il rimorchio, avvicinandosi alla motrice, esercita una spinta su di essa.

Un dispositivo di sicurezza (cavetto d’acciaio) fa sì che in caso di sganciamento accidentale del rimorchio, si azioni automaticamente il freno di stazionamento. Quando si lascia un rimorchio in sosta occorre comunque azionare la leva del freno di stazionamento.
Gli organi di traino del veicolo devono essere omologati (indipendentemente dalla massa del rimorchio). I rimorchi devono essere assicurati con la stessa polizza della motrice, staccati devono avere una copertura assicurativa autonoma, valevole per il rischio statico.

Nei centri abitati il conducente non deve lasciare in sosta un rimorchio staccato dalla motrice, salvo eccezioni. È previsto un obbligo di revisione annuale solo per i rimorchi di massa superiore a 3,5 tonnellate. Per un carrello appendice, la revisione periodica va effettuata insieme al veicolo trainante.

Ultima modifica: 23 agosto 2021