Come si legge l’etichetta degli pneumatici?

298 0
298 0

Capita a tutti nella vita di dover cambiare gli pneumatici del proprio veicolo, ad esempio, quando si va in montagna oppure quando la stagione invernale lascia il posto a quella estiva. Per questa ragione è imprescindibile conoscere tutto ciò che serve sapere sull’etichetta e capire come fare per leggerla correttamente. Scopriamo insieme tutto questo.

Etichetta degli pneumatici: cos’è

L’etichetta è stata introdotta nel 2012 da parte dell’Unione Europea. Questa consiste in un elemento da applicare obbligatoriamente sugli pneumatici contenente delle informazioni sulle gomme, ad esempio: tipo di pneumatico, efficienza del carburante, aderenza sul bagnato, resistenza al rotolamento, sicurezza e rumorosità esterna. Lo scopo di questa etichetta è di fornire ai consumatori tutte le conoscenze fondamentali sugli pneumatici, così da permettere a tutti di fare una scelta oculata.

L’1 maggio 2021 è entrata in vigore una nuova versione dell’etichetta, la quale ha introdotto nuove informazioni che consentono agli automobilisti di saperne di più riguardo ad un determinato pneumatico e di leggere in maniera più semplice l’etichetta in questione. La ragione di questa revisione può essere spiegata attraverso questi punti:

  • Aumentare la sicurezza della guida favorendo quella degli pneumatici.
  • Incrementare l’efficienza ambientale ed economica del trasporto su strada.
  • Promuovere pneumatici con bassi livelli di rumorosità.

In questo modo, la Commissione europea si è assicurata che la guida su strada fosse il più sicura e il più rispettosa dell’ambiente possibile, facendo sì che le etichette contenessero anche informazioni riguardanti il proprio consumo di carburante.

Come si legge

Il 15 Aprile 2022 è stato attivato l’obbligo di cambiare le gomme dei propri veicoli, passando da quelle invernali a quelle estive con l’avvicinarsi della bella stagione: ciò ha significato che in molti si sono trovati a dover consultare le etichette degli pneumatici, in modo tale da capire quali fossero i più adatti alle loro esigenze. Tuttavia i consumatori – e anche molti gommisti – spesso non sanno da dove iniziare per leggere queste etichette. Perciò, ecco una semplice guida:

  • L’etichetta degli pneumatici è costituita da due colonne.
  • Queste colonne sono divise in cinque sezioni che vanno dalla lettera A alla E.
  • Al di sopra delle colonne si trovano un codice QR e l’identificativo del tipo di pneumatico.
  • La colonna di destra mostra una classificazione relativa alla capacità delle gomme di aderire su un suolo bagnato.
  • La colonna di sinistra mostra quanto carburante è possibile risparmiare grazie a quegli pneumatici.
  • Al di sotto delle due colonne sono posti tre simboli: il primo da sinistra indica il livello di rumorosità degli pneumatici, il secondo indica se sono adatti per guidare sulla neve mentre il terzo indica se gli pneumatici sono in grado di affrontare uno spazio di frenata ridotto.

Leggere l’etichetta è un’abitudine fondamentale che consente a tutti di ottenere maggiori conoscenze relative alle gomme che si vogliono acquistare, come la qualità e la loro adattabilità a superfici potenzialmente pericolose.

Ultima modifica: 3 maggio 2022