Come riporre la moto prima dell’inverno

164 0
164 0

La stagione fredda è alle porte, e anche se molti di voi continuano a utilizzare la moto anche in inverno, la maggiore parte dei motociclisti preferisce metterla a riposo. Un ‘letargo’ invernale che deve essere preparata in tutte le sue fasi per evitare di ritrovarsi in primavera con una motonon utilizzabile. Piccole precauzioni che devono essere messe in atto in maniera scrupolosa e vedrete che alla fine del ‘letargo’ invernale la vostra mota vi ringrazierà con la sua rombante voce. Dall’assicurazione alle gomme per passare alla copertura per una moto super protetta.

Sospendere l’assicurazione

Se non utilizzo la moto perché continuare a pagare la copertura assicurativa? Domanda più che legittima cui cercheremo di rispondere. La maggior parte delle compagnie assicurative permettono di sospendere la copertura assicurativa per un tempo limitato – ad esempio da 1 a 3 mesi nell’arco dell’anno assicurativo – con un notevole risparmio. Dovrete solo prendere contatto la vostra compagnia assicurativa per la richiesta di sospensione.

La seconda fase prevede di passare da un distributore e fare il pieno alla nostra moto. Si tratta di un espediente che vi eviterà la formazione della condensa all’interno del serbatoio, evitando inoltre i depositi anche all’interno delle tubazioni che potrebbero provocare seri danni al motore. Non possiamo di certo mettere a riposo la moto lasciandola sporca e ricoperta di terra e sporcizia, vero? Una mossa che potrebbe rovinare la carrozzeria e le parti più delicate, quindi prendiamo un secchio con acqua tiepida e sapone neutro – oppure un prodotto specifico – e laviamo meticolosamente. Possiamo utilizzare anche la pompa dell’acqua o una lancia a getto. Una volta lavata, lo asciughiamo accuratamente e come ultimo passaggio, la cera per mantenere in perfetto stato le carene.

Al chiuso o all’aperto

Al chiuso non avrete molti problemi, infatti, vi basterà sistemare la moto in maniera tale da non crearvi nessun tipo di intralcio. E lo facciamo utilizziamo il cavalletto centrale oppure dei cavalletti alzamoto o quello laterale. Evitiamo che gli pneumatici tocchino il pavimento per evitare che si deformino, vi consigliamo l’utilizzo di rialzi di legno da inserire tra il battistrada e il pavimento, stesso discorso se si è costretti a lasciarla in esterna. Copritela poi con un telo in materiale traspirante mentre per l’estero, è utile acquistarne uno resistente alle intemperie invernali.

Ultimo consiglio: staccate la batteria per non rischiare che si scarichi durante il periodo di pausa.

Ultima modifica: 27 settembre 2021