Come richiedere il pass dei disabili

356 0
356 0

Le città devono essere strutturate a misura di cittadini, in particolare per le persone con disabilità. Il più delle volte le barriere architettoniche sparse in diversi punti delle città, rendono una semplice passeggiata in una vera corsa ad ostacoli per non parlare poi quando si ha la necessità di utilizzare l’automobile. Ed è per questa ragione che esistono diverse agevolazioni con l’obiettivo di rendere più sostenibile la mobilità. Uno di questi è il Pass dei disabili che permette al possessore di potere muoversi in auto in tranquillità.

Pass dei disabili: che cosa è?

Il Pass dei disabili non è altro che un’autorizzazione rilasciata dal proprio Comune di residenza dopo un’accurata verifica del possesso dei requisiti di Legge ed ha una durata di 5 anni. Non va però confuso con il posteggio per disabili personalizzato, assegnato individualmente con relativo codice personale identificativo. Il nuovo Pass è valido in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Nel Pass poi sono riportarti i dati identificati del possessore.

  1. Nome e cognome del titolare
  2. Foto e firma del titolare
  3. Numero d’identificazione
  4. Scadenza del Pass e l’Ente che l’ha rilasciato.

Funzionamento del Pass

Prima di tutto il Pass dovrà essere posto in maniera visibile all’interno del veicolo dedito al trasporto della persona con disabilità, in maniera tale da permettere di:

  1. Accedere alle ZTL (Zona a Traffico Limitato)
  2. Utilizzare le corsie preferenziali dei mezzi pubblici e taxi
  3. Sarà possibile anche accedere nelle arie pedonali urbane

Non poteva mancare di certo il capitolo ‘parcheggi’. Allora, il Pass permette di parcheggiare nelle strisce gialle e anche quelle blu –senza pagare- se non sono disponibili parcheggi per disabili. Nei parcheggi a tempo, senza l’obbligo di esposizione del disco orario. Divieto di parcheggio negli spazi per disabili ‘privati’.

Il primo passo è di sottoporsi a una visita medica da parte di un medico legale presso la propria Asl di appartenenza. Una volta ricevuto il via libera, ci si dovrà recare presso il proprio Comune di residenza e presentare –tramite modello apposito- la domanda di rilascio per contrassegno invalidi al Sindaco. Oltre a quel modulo, si dovrà presentare anche il certificato medico. I costi variano in base alle disposizioni dei vari Comuni, in determinati casi è gratuito ma la spesa si aggira intorno ai 45 euro. Invece per il rinnovo, basterà semplicemente presentare la richiesta con allegato la dichiarazione del proprio medico di base.

Ultima modifica: 4 ottobre 2021