Come pulire il volante in pelle

4304 0
4304 0

E’ indubbio: il volante in pelle ha il suo fascino, perché impreziosisce l’autovettura. Per alcuni modelli e per alcuni conducenti, poi, è un optional (quasi) irrinunciabile: la stessa automobile con il volante in plastica non farebbe lo stesso effetto e, dal canto loro, i conducenti quasi non saprebbero guidare senza poter poggiare le proprie mani su un volante in pelle.

Tuttavia, per essere sempre d’effetto, un volante di queste fattezze deve essere mantenuto in ottimo stato; in altre parole, deve essere curato. Vediamo quindi come fare a mantenere un volante perfetto.

Prevenire è meglio che curare

Il volante in pelle ha certamente una valenza estetica (ma anche di valore), a patto però che sia in perfette condizioni. Pertanto, anche banalmente per una questione di igiene, il volante deve essere costantemente pulito, altrimenti in poco tempo ci si ritroverà con un volante sporco, opaco, graffiato… in altri termini: brutto.

Dunque, per prima cosa si consiglia di prendersi cura del proprio volante in pelle fin da subito, fin dal momento in cui si acquista l’auto. Non occorre perdere chissà quanto tempo e non occorre nemmeno utilizzare chissà quali prodotti sofisticati. E’ sufficiente, ogni qualvolta si decide di lavare la propria auto, passare un panno inumidito – perfetta la microbica oppure la pelle di daino – togliendo così la polvere e l’eventuale sporco. Meglio non usare detergenti, magari lo si può fare una volta ogni tanto. Ma prima di utilizzarli, meglio farsi consigliare il prodotto più idoneo dal concessionario o dall’autolavaggio di fiducia.

Pulizia volante in pelle: cosa fare

Ma se il volante in pelle dovesse risultare proprio con un brutto aspetto, magari molto opaco, allora vuol dire che ci si è presi poca cura di “lui”. Pazienza, non occorre disperarsi: si può correre ancora ai ripari. Come? Si possono utilizzare detergenti cremosi, assicurandosi però che siano specifici per la pelle (meglio acquistarli in un posto fidato), e poi continuando a passare frequentemente il panno inumidito, magari con qualche goccia di crema. Occorre però stendere bene il liquido cremoso, altrimenti si rischiano aloni.

Se il fai da te non fa al caso vostro o se, dopo parecchi tentativi, il risultato non è ancora quello sperato, meglio rivolgersi a dei professionisti. Se anche loro non troveranno la giusta soluzione, resta la possibilità di rivestire con nuova pelle il volante. Certamente l’operazione ha un costo, quindi è bene valutarne attentamente la convenienza.

Ultima modifica: 12 dicembre 2018