Come proteggere la batteria auto dal freddo?

525 0
525 0

È arrivato l’inverno e non sapete come fare per proteggere la batteria della vostra vettura dai rigori del freddo? Soprattutto se il mezzo dovrà rimanere a lungo fermo in garage, come un’auto d’epoca o il camper che usate per le vacanze d’estate? Temete che passato l’inverno, la batteria auto possa non funzionare più al meglio per via della perdita di carica provocata dal lungo stop invernale.

Batteria auto: accorgimenti

Innanzitutto vediamo quali sono gli accorgimenti e le precauzioni fondamentali. La prima regola è scollegare la batteria auto e riporla in un luogo asciutto e al riparo dalla luce del sole.

Quanto poi alle regole per conservare una carica adeguata, ve le spieghiamo qui di seguito:

  1. Meno umidità c’è e meglio è. Umidità e batterie per le auto non vanno affatto d’accordo;
  2. La temperatura ideale per conservare una batteria auto è sui 15 gradi centigradi. Una temperatura inferiore, diciamo tra i cinque e gli otto gradi Celsius si stima che in nove mesi possa far perdere il dieci per cento di carica. Lo stesso vale (anzi, a maggior ragione) per temperature superiori. Se sale sopra i trenta gradi, la batteria può lasciare per strada fino al sessanta per cento della sua carica iniziale. Se poi alla temperatura sbagliata si aggiunge anche l’umidità, potreste ritrovarvi con una batteria auto completamente inutilizzabile;
  3. Fare in modo che la batteria sia riposta lontano dai raggi solari e che la tensione interna sia a 12,4 Volt. Per sapere se avete messo la batteria nel posto giusto, potete ogni tanto verificare lo stato della carica: se vedete che si sta scaricando troppo alla svelta, può essere il caso di cambiare posto.

Le dovute precauzioni

Se la macchina di cui parliamo, però, è quella che adoperate usualmente, allora sarà necessario adottare delle precauzioni un po’ diverse, per salvaguardare la batteria auto:

  • Girare la chiavetta dell’accensione (o pigiare il tasto, ma ci siamo capiti) avendo l’accortezza di spegnere tutti i dispositivi che consumano corrente. Fari, tergicristalli, navigatore o quello che sia. Questo perché una volta che la macchina è in moto questi apparati prenderanno energia dall’alternatore e non direttamente dalla batteria;
  • Tenere in moto la macchina per qualche minuto, senza dispositivi accesi, prima di parcheggiare e spegnere il motore. Questo serve a lasciare un po’ di carica alla batteria auto, carica che poi servirà alla riaccensione.

Infine, sarà opportuno ricordare alcune regole generali di manutenzione: se dovete armeggiare con la batteria, ricordate di farlo sempre a motore spento; ricordate anche che i poli opposti non vanno mai e poi mai collegati. Se poi vi affidate a un elettrauto, meglio ancora.

Ultima modifica: 7 febbraio 2020