Come proteggere l’auto dai danni della salsedine

786 0
786 0

D’estate, se si va in vacanza al mare può capitare di dover lasciare l’auto sotto il sole e questo potrebbe danneggiare la vernice della carrozzeria. Altri danni potrebbero poi essere provocati alla carrozzeria e ai cristalli, dalla salsedine marina. Ecco alcuni consigli per proteggere la propria auto dalla salsedine del mare e su come lavare la tappezzeria, gli interni e la carrozzeria.

Come proteggere la propria auto dalla salsedine

La salsedine non è altro che la presenza di sali solubili in sostanze o materie e che possono trovarsi in quantità tale avere effetti come far aumentare il potenziale osmotico. Durante una vacanza al mare si tende a parcheggiare il più vicino alla spiaggia per una questione di comodità: questo però permette alla salsedine di potersi depositare sulla carrozzeria, rischiando di farla arrugginire. Si consiglia, allora, di coprire l’auto con un telo per tutta la durata della sosta. In alternativa, invece, si potrà anche applicare una cera protettiva che agirà preventivamente per evitare i danni della salsedine.

Quali sono i danni provocati dalla salsedine? Se la salsedine si è depositata sulla carrozzeria dell’auto, bisogna toglierla con molta cura e attenzione per non rischiare di rovinarla: l’obiettivo è quello di eliminare il sale in maniera sicura e definitiva. C’è da sapere, inoltre, che la sabbia può graffiare anche gli interni dell’automobile: si consiglia di rimuovere i tappetini dopo ogni giornata passata in spiaggia e di pulire bene tutti gli spazi al termine della vacanza.

È bene sapere infatti che tanto la sabbia, quanto la salsedine, possono ossidare e graffiare diverse componenti di un’auto: per questo bisogna sempre ricordarsi di lavare spesso il proprio veicolo durante il soggiorno al mare, in modo tale da evitaredanni ai vetri, alla carrozzeria e alla tappezzeria.

Come tenere l’auto pulita al mare 

Al mare bisogna ricordarsi di lavare regolarmente e a giorni alterni la propria vettura, almeno una volta a settimana. Il lavaggio va effettuato sulla superficie dei cristalli, sulla carrozzeria, gli interni e la tappezzeria. Mantenere l’auto pulita, specialmente nella parte dei vetri e del parabrezza è fondamentale per garantiresempre una buona visibilità e non incorrere in pericoli durante la marcia.

Il primo consiglio è quello di pulire gli interni del veicolo, partendo dallo scuotere e aspirare i tappetini. Se necessario, si consiglia di utilizzare i soffiatori che sono molto efficaci per rimuovere ogni granello di sabbia anche negli angoli più scomodi dell’abitacolo.

Ma come eliminare la salsedine dalla tappezzeria dell’auto? È noto che la salsedine rovini le tappezzerie tessili, per eliminarla da queste delicate superfici, si consiglia di utilizzare una schiuma pulente secca da applicare direttamente sulla tappezzeria per poi strofinare con una spazzola pulita, formando un’abbondante schiuma. Successivamente bisognerà risciacquare con un panno umido o una spugna.

Se invece le tappezzerie sono in cuoio naturale o sintetico, l’ideale è spruzzare il prodotto sulla superficie da trattare, per poi passare un panno secco in modo energico finché il materiale non raggiungerà la brillantezza desiderata. Nel caso appaiano macchie di salsedine sulla tappezzeria, è sempre consigliato utilizzare schiume secche perché penetrano tra i fili del tessuto facendo emergere lo sporco in superficie. Questi prodotti risultano perfetti perché contengono una protezione antistatica per le superfici che fa durare a lungo la pulizia effettuata.

Togliere la salsedine dalla scocca

Per togliere efficacemente la salsedine dalla carrozzeria, sono consigliati i programmi di prelavaggio con acqua a pressione per non graffiare la vernice eliminando al tempo sesso i residui salmastri. All’autolavaggio, bisognerà richiedere un programma di lavaggio completo con acqua osmotizzata nel risciacquo finale, in quanto è priva di particelle e consente una rifinitura perfetta dopo il risciacquo, senza aloni.

Oltre alla salsedine, sarà importante togliere i granelli di sabbia che si accumulano sui tappetini e sui sedili, in particolare tra le cuciture. Il metodo più pratico e veloce per togliere la sabbia è quello di usare un’aspirapolvere. Basterà passarla con attenzione sugli interni dell’auto per eliminare velocemente ogni residuo di sabbia. In alternativa, si potrà utilizzare una spazzola, passarla sui sedili, raccogliere la sabbia e gettarla via. Prima di passare l’aspirapolvere sui tappetini, meglio estrarli dall’auto e sbatterli.

Come togliere le macchie con metodi naturali

Vediamo i metodi naturali per togliere le macchie che si formano sui sedili, macchie causate sempre dalla salsedine. Per isedili in tessuto, in alternativa alla schiuma secca sopra vista, si può usare il bicarbonato di sodio soprattutto per eliminare macchie bianche, spesso causate dalle incrostazioni di sabbia. Basterà sciogliere 2 cucchiaini di bicarbonato in un litro d’acqua, con l’aggiunta di qualche scaglia di sapone di Marsiglia. Il composto andrà poi passato sui sedili, senza bagnarli troppo, con un panno in microfibra.

Si potrà poi risciacquare con l’aiuto di una spugnetta non abrasiva. Per le macchie scure, causate invece dalla salsedine, sarà preferibile usare dell’aceto di vino bianco. Bisognerà versare mezzo bicchiere di aceto in un litro d’acqua, anche in questo caso con l’aggiunta di qualche scaglia di sapone di Marsiglia. Per i sedili in pelle c’è da dire che le macchie di salsedine e sabbia sono più difficili da togliere. Si potrà provare a versare sulla macchia dell’acqua demineralizzata (come quella utilizzata per il ferro da stiro) a temperatura ambiente per poi strofinare con una spazzola setole morbide.

Se la macchia persiste, si potranno aggiungere 2 cucchiaini di olio di semi di lino all’acqua distillata e riprovare, sfregando un po’ più forte. L’olio di semi di lino, infatti, scioglie le macchie, lasciando la pelle liscia nutrita. Dopo il lavaggio, si deve far asciugare completamente l’auto dall’acqua. Se non si asciuga, infatti, potrebbe creare piccoli ristagni che favorirebbero il formarsi di muffe tra i sediolini.

Subito dopo aver lavato l’automobile, è importante quindi lasciare i finestrini aperti per almeno un’ora. In alternativa, si potrà accendete il riscaldamento dell’auto per circa 10 minuti, in modo da favorire l’evaporazione dell’acqua. Per prevenire le macchie basta evitare di portare sabbia salsedine in auto o comunque pulire subito i residui sulla tappezzeria ed evitare l’esposizione al caldo o ai raggi solari, parcheggiando l’auto all’ombra.

Ultima modifica: 30 agosto 2021