Come prevedere una partenza intelligente: cosa fare

82 0
82 0

Quello della cosiddetta partenza intelligente è un argomento che negli ultimi anni sta riguardando sempre più estimatori di lunghi viaggi e di appassionati dei motori. Non si tratta soltanto di una tecnica che può essere indetta a vantaggio proprio e di altri, ma si tratta di un vero e proprio modo di affrontare un viaggio nel migliore dei modi e in totale sicurezza. Se siete alla ricerca di informazioni più dettagliate vi trovate nell’articolo giusto.

Partenza intelligente: cosa sapere

Questo argomento è un vero e proprio stile che, secondo studi e ricerche, ha fondamenta molto più profonde, nel proprio significato, che riguardano il modo esatto in cui una partenza può essere affrontata in tutti i suoi dettagli. Un viaggio va organizzato in modo efficace per far sì che tutto proceda per il meglio e non da meno deve essere organizzata la partenza, che sia di andata o di ritorno.

Soprattutto d’estate e nei periodi festivi del resto dell’anno, attuare questa tecnica può riuscire a salvarvi da lunghe code di traffico, per la maggior parte su autostrade. Partire di buon’ora è, solitamente, la soluzione migliore, che viene consigliata da moltissimi, eppure non è l’unica.

Negli ultimi anni sono state addirittura messe a punto delle applicazioni per cellulare o portali internet dedicati che sono in grado di consigliarvi non soltanto gli orari migliori ma anche le giornate più proficue, in cui non si finisce, quindi, col beccare una fitta presenza di viaggiatori o lavoratori non ancora in ferie oppure già tornati a lavoro.

Ad esempio, il servizio pubblico di “Autostrade italiane (o per l’Italia)” aggiorna continuamente gli automobilisti con informazioni riguardanti la percorribilità delle autostrade, se vi sono o meno lavori in corso; la presenza di traffico, la quantità e il ritardo dovuto al traffico, oppure anche elementi riguardanti Autogrill e il costo del pedaggio che avete intenzione di scegliere.

Come già detto, però, partenza intelligente vuol dire anche assicurarsi che l’auto goda di buone condizioni per poter affrontare un lungo viaggio e per poter offrire il giusto comfort ai passeggeri. Ad esempio, è sempre bene fare il pieno almeno un giorno prima dalla partenza, oppure controllare precedentemente se vi siano parti da revisionare e soprattutto assicurarsi che gli pneumatici siano gonfi abbastanza da permettere un ottimo attrito nonostante il carico di bagagli e passeggeri che la vettura si ritroverà a dover sostenere per lungo tempo.

 

Ultima modifica: 23 gennaio 2019