Come installare doppia marmitta sull’automobile: guida

682 0
682 0

Installare una doppia marmitta rende la nostra auto sempre più interessante e aggressiva. Ecco le indicazioni per una modifica intelligente ed estetica.

Si tratta di un’operazione abbastanza semplice, specie se abbiamo maturato un po’ di dimestichezza in questo genere di lavori. In genere la passione per i motori rende questo genere di lavoretti piacevoli e divertenti.

Da sempre, avere un doppio scarico significa possedere un’auto scattante e sportiva. I costi di questa operazione variano molto: come sempre il fai da te è più economico, ma non sempre consigliato. Tenete presente che anche online vengono venduti ottimi prodotti compatibili con i più recenti modelli di autovetture. Se abbiamo un’auto comune, non siamo obbligati a rivolgerci a un tecnico, se invece il nostro bolide è nuovo o di valore, forse converrà chiedere la consulenza del nostro meccanico di fiducia.

Prima di procedere, è bene precisare che installare una doppia marmitta non comporta modifiche né al motore, né, tanto meno, alla marmitta attuale. Di solito, la miglioria è di tipo soprattutto estetico. Al temine del lavoro, infatti, l’auto appare più spettacolare e, in alcuni casi, anche più silenziosa.

Per fortuna, sono sempre più numerose le auto adatte al montaggio del doppio scarico. Per ancorare il nuovo tubo si potrà utilizzare il gancio di fabbrica. Bisogna verificare, inoltre, se anche il paraurti posteriore è stato disegnato in modo tale da permettere questa modifica. Ciò non farà che aumentare l’effetto finale del lavoro, andando persino a colmare una lacuna nella linea posteriore dell’auto. Il Codice della Strada non vieta questa modifica, a meno che la marmitta non sporga per più di 5 cm oltre il paraurti.

In realtà, per ottenere lo stesso risultato con il minimo sforzo, non occorre aggiungere una una doppia marmitta. Può essere sufficiente e ugualmente efficace montare un copri marmitta cromato che garantisca comunque l’effetto estetico che si sta cercando. Dal punto di vista pratico, i vantaggi sono enormi. Basta un saldatore e i comuni attrezzi che non possono mancare in un normale garage. L’obiettivo è, quindi, quello di montare una finta marmitta ovvero di saldare un tubo di diametro uguale a quello dell’attuale marmitta. Basteranno della staffe per assemblare il tutto, tenendo ben presente che dovrà sopportare sollecitazioni e vibrazioni. Il tutto può essere ulteriormente migliorato applicando i terminali di scarico in acciaio inossidabile cromati che garantiscono lo stesso effetto senza l’intervento del carrozziere.

Seguendo i nostri consigli il risultato è assicurato.

Ultima modifica: 19 settembre 2017