Formula Tre: come arrivare a gareggiare in Formula Tre

264 0
264 0

Guardando in tv un avvincente gran premio di Formula Uno vi siete mai chiesti cosa hanno in comune quegli intrepidi piloti? Il coraggio, certo, così come le capacità di guidare le vetture più veloci del pianeta a 300 chilometri orari. Ma c’è un’altra circostanza che li accomuna più di quanto non dicono le livree multicolore e le differenze di prestazioni: molto probabilmente tutti sono transitati qualche anno prima nella Formula Tre.

Formula Tre: penultimo gradino

La Formula Tre è una palestra fondamentale, il penultimo gradino (dopo il quale c’è la Formula Due) prima del grande salto nel circus dorato della Formula Uno. Uno snodo chiave tra le serie promozionali monomarca e il professionismo ai suoi massimi livelli. Nata nel secondo dopoguerra in Gran Bretagna, la F3 (Formula Tre, comunemente definita in sigla) è articolata in campionati nazionali e continentali.

I campionati si svolgono sotto l’egida della Federazione Internazionale dell’Automobile, la FIA che comprende anche la Formula 1. A partire dal 1950, la Formula Tre è stata inserita nel circuito ufficiale delle competizioni motoristiche di punta di cui fa parte anche la Formula Due. Nei suoi quasi settant’anni di vita la F3 ha saputo conquistarsi diversi apprezzamenti, da parte di addetti ai lavori e di appassionati, che le hanno garantito un posto di rilievo nel panorama motoristico internazionale.

Dagli eventi europei alla Formula Tre

L’Europa ha un proprio campionato continentale, così come America, Asia e persino l’Oceania. Gli eventi più importanti della stagione sono però le gare tradizionali a invito, nelle quali i piloti nazionali si sfidano sotto gli occhi del mondo. Alcuni esempi: Gran Premio di Macao, Gran Premio di Monaco, Masters di Zandvoort. Ma come si arriva a gareggiare in Formula Tre?

Dal 2014 la Fia ha tracciato un percorso definito per chi vuole tentare la scalata al successo: kart, Formula Tre, Formula Due, e quindi la agognata Formula Uno. Per approdare nella 3 dunque il passaggio obbligato è il fascinoso mondo dei go kart. Da Ayrton Senna a Michael Schumacher, da Lewis Hamilton a Max Verstappen, non c’è pilota di grido che non abbia cominciato divertendosi sulle piccole e rombanti quattro ruote.

C’è poi chi brucia le tappe proprio come Max Verstappen che, alle soglie dei diciotto anni, ha già avuto l’opportunità di mettere in mostra le sue grandi doti, spiccando il salto direttamente dalla Formula Tre alla Formula Uno. Ma lo snodo principale è il karting, dove si arriva a gareggiare, nelle varie categorie, fino ai 15-16 anni di età. La chiave per entrare nella Formula Tre, autentica vetrina in chiave Formula Uno, sono dunque i team di kart. E purtroppo va detto che, in molti casi, la lunga gavetta, malgrado i notevoli costi da sostenere, non si conclude con il lieto fine dell’ingresso nello scintillante mondo dei Gran Premi.

Ultima modifica: 1 agosto 2019