Come funziona e come risparmiare sul RC auto

559 0
559 0

La polizza RC auto è sicuramente una delle voci più onerosa nel computo della gestione di una vettura. Il valore di un premio assicurativo può dipendere da molti fattori. Stabilire quindi un prezzo assoluto è praticamente impossibile.

Del resto su internet esistono molti siti che in base alle generalità del contraente e al numero di targa dell’auto riescono a fornire una lista di preventivi tra i quali scegliere il più vantaggioso.

La polizza RC Auto non è facoltativa, anzi

A circolare senza la copertura per la responsabilità civile per danni a cose e persone si rischia non soltanto una multa salatissima, ma anche il sequestro del veicolo.

Attenzione dunque a pensare che il margine di 15 giorni per il rinnovo della polizza sia nella frazione semestrale, che per l’annualità, sia un termine aleatorio.

E’ dunque una spesa importante,ma esistono degli accorgimenti per poter risparmiare sul premio annuale. Anzitutto se si deve stipulare un contratto con una compagnia assicurativa è bene rivolgersi, se i preventivi su internet non sono andati a buon fine, a un istituto presso il quale qualcuno in famiglia è già cliente.

Le filiali hanno margini di manovra, non eccessivi però, per applicare un po’ di sconto. Se in famiglia c’è già qualcuno assicurato è possibile, tra coniugi, tra genitori e figli, tra conviventi, sfruttare i benefici della legge Bersani e agganciare la classe di merito dell’assicurato più anziano.

Il sistema della RC auto funziona infatti per classi di merito: più sarà elevata l’anzianità assicurativa e meno o nessun incidente si sarà registrato, minore sarà l’importo da pagare.

Un nuovo assicurato parte dalla quattordicesima classe e anno dopo anno guadagna classi di merito e riduzioni sull’importo.

Rc auto, come “agganciare” la polizza di un familiare

Grazie alla “legge Bersani” è possibile partire dalla classe di merito del parente già assicurato. Altro accorgimento per risparmiare è lo scoperto franchigia, che però in caso di incidente potrebbe richiedere un contributo ingente nel pagamento dei danni.

Grazie all’abolizione del tacito rinnovo, dal 2013 non è più consentito alle Assicurazioni rinnovare automaticamente le polizze. I clienti possono quindi annualmente cambiare compagnia e aderire all’offerta per RC auto migliore.

Questo regime altamente concorrenziale permette così di approfittare di buone offerte. Il suggerimento più efficace è quindi un controllo costante del mercato, confrontando grazie agli strumenti on line l’andamento dei prezzi per ottenere la soluzione migliore.

Ultima modifica: 3 aprile 2019