Come fare la sostituzione del paraolio

501 0
501 0

Il paraolio è una delle componenti meccaniche che si trova in diversi impianti e motori. È generalmente posto tra due superfici cilindriche e la sua funzione principale è quella di tenuta per prodotti lubrificanti, come olio o grasso. La struttura metallica del corpo di questo elemento ne garantisce la resistenza e la stabilità, mentre il labbro e la molla che lo compongono assicurano la tenuta e le prestazioni nel tempo.

I tipi di paraolio si differenziano principalmente in base ai movimenti che devono sostenere. Principalmente possono essere lo scorrimento assiale, come nel caso delle moto, o, come nella maggior parte dei casi, la rotazione assiale. Un tipico esempio di paraolio che funziona tramite rotazione assiale, sono i cuscinetti stagni

Sostituzione paraolio: come si fa 

Se avete delle buone capacità manuali, tempo a disposizione e ottime conoscenze nell’ambito della meccanica, potete pensare di procedere alla sostituzione paraolio in totale autonomia. È bene tenere presente, però, che gli errori commessi in questo tipo di attività, potrebbero compromettere non solo il buon funzionamento del motore, ma anche la vostra sicurezza al volante. Nel caso in cui non siate certi che ciò che state facendo è corretto, è consigliabile rivolgersi a mani esperte.

Nel momento in cui vi accingete alla sostituzione del paraolio, ricordatevi che ce ne sono due: il paraolio della coppa dell’olio ed  il paraolio del basamento.
Per sostituire il primo, è necessario estrarre la coppa dell’olio, mentre, per quanto riguarda il secondo, bisogna togliere l’albero motore.

Gli attrezzi necessari, per procedere alla sostituzione sono: un cacciavite piatto, un panno pulito e dell’olio motore. Una volta estratto l’albero motore, posizionatela punta del cacciavite sotto il paraolio e fate leva per estrarlo dalla sua sede. Il secondo passo sarà pulire la sede con un panno pulito, facendo attenzione a non ostruire i fori che servono al passaggio dell’olio e che garantiscono quindi la lubrificazione dell’albero motore. A questo punto, bisognerà lubrificare la sede con dell’olio motore, in modo tale da aiutare l’inserimento del nuovo paraolio e, in seguito, posizionare il nuovo paraolio facendolo entrare in sede, dove deve essere perfettamente incastrato.

Sostituzione paraolio: quando è necessaria 

Come le altre componenti meccaniche, anche il paraolio è soggetto ai danni dell’usura e del tempo. Per garantirne il buon funzionamento e la durata nel tempo è consigliabile effettuate la sostituzione dell’olio motore e del filtro dell’olio secondo le tempistiche prescritte, utilizzando esclusivamente olio di alta qualità e adatto al motore del vostro veicolo, e non surriscaldare il motore.

Il paraolio si danneggia generalmente a causa di un usura abrasiva, dovuta alla mancata sostituzione dell’olio nei tempi stabiliti, o a seguito di danni meccanici causati da sostituzioni poco professionali.

Ultima modifica: 1 luglio 2019