Come fare manovra con un camper

625 0
625 0

Di seguito, ecco alcuni consigli per parcheggiare un camper senza stress in vacanza e fare bella figura sia all’interno di un parcheggio che in campeggio.

Esercizi 

Se è la prima volta che si viaggia in camper oppure il mezzo non è stato usato a lungo, si consigliano un paio di esercitazioni in un grande parcheggio. Così ci si abituerà alle proporzioni e a manovrare un autocaravan.

In questo modo ci si preparerà anche al parcheggio laterale all’indietro. Ecco come fare: basterà accostare completamente il veicolo allo spazio del parcheggio, poi inserire la retromarcia e procedere lentamente all’indietro. Questo, fino a quando non si vedrà il retro dell’altro veicolo esattamente al centro dello specchietto laterale destro. A questo punto, basterà girare il volante a destra e proseguire lentamente la retromarcia fino a quando non si sarà raggiunta un’angolazione di circa 45 gradi rispetto al marciapiedi.

Dopo le suddette prime “mosse”, basterà ruotare il volante fino a quando non si troverà posizionato dritto nello spazio del parcheggio. In ogni caso si consiglia l’intervento di qualcuno che aiuti a fare la manovra. Non bisognerà mai perdere d’occhio gli specchietti. Molto pratiche sono naturalmente anche le telecamere per la retromarcia degli autocaravan Carado: aiutanti elettronici automatici.

Gli spazi

Mentre i campeggi sono principalmente pianeggianti, i parcheggi possono essere leggermente in pendenza. Con i cunei per ruote si potranno bilanciare queste differenze. Si potranno sistemare i cunei sia su un asse davanti alle ruote oppure davanti alle ruote dello stesso lato del camper. Quindi si avanzerà lentamente sui cunei. Controllando con una livella a bolla d’aria, si potrà parcheggiare alla perfezione il proprio camper.

La lunghezza del mezzo

In generale si fa distinzione tra i campeggi e i parcheggi. Mentre i parcheggi sono disponibili solo per un breve soggiorno (in generale da 1 a 3 giorni) e offrono pochi comfort, i campeggi offrono praticamente tutto quello che è necessario. In entrambi i casi, esistono comunque regole tacite tra camperisti, che vanno rispettate.

Siccome i parcheggi sono pensati per una breve sosta (spesso senza prenotazione anticipata), è il caso di avere particolare riguardo per i vicini. Quindi niente veranda estratta e niente mobili da campeggio davanti al camper.

Nei campeggi le cose cambiano. Qui ci sono docce, bagni, attacchi per la corrente e l’acqua potabile. E naturalmente tanto spazio per crearsi un piccolo regno pieno di comfort. Spesso le singole parcelle sono divise anche da siepi.

Ultima modifica: 15 luglio 2022