Come diventare un pilota di Motocross, consigli utili

217 0
217 0

Se finora hai guardato al motocross solo come a uno spettacolo televisivo, adesso magari ti è venuta la voglia di provarlo per davvero, di passare dall’altra parte dello schermo è sperimentare sul serio come ci si sente a cavalcare sugli sterrati sopra a una rombante due ruote.
Già, ma come fare? Qui di seguito di offriamo alcuni consigli su come muovere i primi passi nel mondo del motocross. Speriamo ti siano utili.

Vuoi provare con la motocross? Inizia con una mountain bike

In garage hai una mountain bike che non adoperi da mesi. Ebbene, è arrivato il momento di darle una spolverata e di cavalcarla di nuovo.
Una pedalata in mountain bike non solo è un ottimo mezzo per smaltire eventuali eccessi alcolico-culinari, ma è anche uno strumento eccellente per imparare come si affrontano i percorsi fuoristrada.

Uscire in mountain bike su uno sterrato è infatti una buona palestra per sviluppare quella sensibilità che poi sarà indispensabile possedere quando si passerà alla moto: occorre abituarsi all’impatto col terreno sconnesso, all’equilibrio precario, alle derapate, ai salti, e naturalmente anche alle cadute, perché anche quelle sono una parte necessaria del processo di apprendimento. Anzi, sapere come cadere a volte è indispensabile per non farsi troppo male.

Non è un caso che molti corridori di mountain bike posseggano anche una moto da cross: diciamo che il passaggio dall’una all’altra è piuttosto naturale. Le attitudini che servono a un buon rider, infatti, sono fondamentalmente le stesse che servono a un pilota di motocross.

Procurati la moto giusta

Anche nel campo delle moto da cross vale la regola aurea che “chi più spende, meno spende”. Sui siti specializzati per mille euro si trovano moto uscite all’incirca vent’anni fa. Mille euro sono una cifra relativamente modesta, ma noi vi consigliamo di passare oltre, perché di solito chi compra questi vecchi modelli ha continui problemi e quindi va a finire che quel che si è risparmiato all’inizio poi bisogna spenderlo per le continue riparazioni che si rendono necessarie.
Il consiglio è iniziare con una 125, va bene sia a due tempi che a quattro non importa; se la si preferisce usata, è preferibile che non sia più vecchia di quattro anni e non abbia parti non originali.

Trova una pista vicina a casa su cui impratichirti

Bene, ti sei procurato la moto. Adesso è il momento di trovare una pista non troppo lontana da casa su cui mettere alla prova le tue ambizioni da pilota dilettante di motocross. Tieni conto che con le ultime normative su rumore e sicurezza i tracciati disponibili sono tutti fuori dai centri abitati, quindi è possibile che tu debba viaggiare un po’ prima di raggiungerne una.

È preferibile scegliere degli impianti strutturati, perché spesso offrono la possibilità di mettersi alla prova su tracciati diversi e pensati per livelli diversi di abilità dei piloti.
Come per quasi tutto, ormai, anche trovare il circuito da motocross più vicino a casa è solo alla distanza di pochi click col mouse del tuo pc.

Buona fortuna e buon divertimento!

Ultima modifica: 27 maggio 2019