Come diventare un aviatore militare

332 0
332 0

Prima di entrare nel merito e nei contenuti, una premessa appare doverosa. Stiamo parlando di un ambito delicato, quello militare, e pertanto quanto segue è da verificare con le indicazioni aggiornate del Ministero della Difesa. Sì, perchè non è detto che a distanze anche di pochi giorni il Ministero in questione possa cambiare alcuni aspetti legati all’iter che occorre compiere per diventare un aviatore militare. Detto questo, se il sogno è quello di diventare un aviatore militare e dunque di esibire il prestigioso stemma, continuate a leggere. Perchè, nonostante quanto appena raccomandato, daremo comunque un’idea dettagliata del percorso che occorre intraprendere per diventare un aviatore. Prima cosa da segnalare riguarda il titolo di studio: per poter minimamente accedere a questo tipo di carriera, infatti, occorre essere in possesso di un diploma di scuola superiore.

Destinazione Pozzuoli per diventare un aviatore militare

L’Accademia militare dove intraprendere il percorso per diventare un aviatore militare si trova a Pozzuoli, vicino Napoli. Il che significa che i ragazzi provenienti da altre regioni dovranno allontanarsi dalla famiglia di origine. Ma non basta: per poter accedere alla Accademia in questione, per prima cosa si deve superare un concorso (il bando è annuale): non è dunque scontato che chiunque possa entrare e dare così avvio alla sua carriera militare.

Detto questo, per prima cosa il candidato dovrà rispondere a un test. Test che prevede di rispondere (la risposta è multipla) a una serie di domande, in un dato tempo. Gli argomenti sono i più variati, ma il denominatore è la cultura generale: italiano, logica, storia, ecc, si toccano un po’ tutti gli ambiti. Per prepararsi, comunque, ci sono degli appositi testi.

Ci vuole un fisico bestiale

Ma superare il test di cultura generale non è sufficiente. Per entrare a far parte dell’Accademia di Pozzuoli, infatti, occorre superare una serie di accertamenti volti a verificare l’integrità fisica e mentale del candidato. Per questi accertamenti vanno messi in conto un paio di giorni e un viaggio a Roma.

Se test e accertamenti anno un buon esito, parte il tirocinio a Pozzuoli: una decina di giorni durante i quali gli addetti verificheranno l’attitudine del candidato alla vita militare. Dunque, per ora, nulla di scontato. Se anche questa fase andrà a buon fine, allora si parte con il percorso vero e proprio: 5 anni all’interno dell’Accademia, fino al raggiungimento del tanto sognato brevetto.

Ultima modifica: 17 luglio 2019