Come controllare la batteria auto

484 0
484 0

La batteria di un’automobile rappresenta quella parte della vettura che consente a tutti gli altri componenti di funzionare correttamente: purtroppo, sono in molti coloro che non prestano la dovuta attenzione al suo stato di salute, dimenticandosi di eseguire dei controlli periodici di questa. Tuttavia, verificare le condizioni della propria batteria consiste in un’azione fondamentale per guidare in modo sicuro, e non doversi trovare nella situazione di salire in macchina e ritrovarsi a piedi. Scopriamo insieme come monitorare la batteria di un’automobile.

Come verificare lo stato di salute della batteria

La batteria di un’automobile – detta anche “accumulatore” – consiste in un elemento fondamentale per il corretto funzionamento di una vettura: questa, infatti, è in grado di accumulare una grande quantità di energia elettrica, la quale viene in seguito impiegata per far lavorare adeguatamente tutte le componenti elettriche della macchina. Per tale ragione, non ci si può dimenticare di controllare di frequente lo stato di salute della propria batteria. 

Il modo migliore per assicurarsi del buono stato di salute dell’accumulatore è fare uso del cosiddetto “multimetro”, ossia uno strumento che consente di misurare la tensione in Volt della batteria in modo veloce ed efficace. Per fare ciò, è necessario aprire il cofano della propria auto e, a motore spento, collegare i cavi della batteria al multimetro: il puntale nero del Tester deve essere connesso al segno negativo, mentre quello rosso al positivo. Dopodiché è possibile procedere alla lettura del voltaggio della batteria.

Come evitare che la batteria dell’auto si scarichi 

Il primo passo per eseguire una valida manutenzione della batteria della propria automobile consiste nell’evitare che questa si scarichi troppo rapidamente, così da garantire una guida affidabile e sicura del proprio mezzo di trasporto. Generalmente, la durata di una batteria non prosegue oltre i 4 o 5 anni. Tuttavia, esistono alcuni accorgimenti da seguire per conservarla in buono stato il più possibile. Alcuni di questi sono, ad esempio:

  • controllare che i collegamenti della batteria non siano allentati né corrosi.
  • Evitare di lasciare i fari accesi, i quali consumano un importante quantitativo di elettricità.
  • Fare attenzione a rumori sospetti, come dei “clic” quando viene girata la chiave dell’accensione.
  • Non compiere una quantità eccessiva di viaggi brevi, in quanto questi possono ridurre la durata della propria batteria. 

Inoltre, per assicurarsi che la batteria dell’auto non sia scarica o sul punto di scaricarsi, è opportuno controllare periodicamente il voltaggio della vettura. Se quest’ultimo scende al di sotto dei 12.4 Volt, in quel caso è giunto il momento di provvedere alla ricarica dell’accumulatore in questione.

Ultima modifica: 10 giugno 2022