Codice della Strada: tutte le modifiche confermate

1751 0
1751 0

Se ne è parlato molto perché le modifiche che il nuovo Esecutivo vuole implementare nel Codice della Strada sono tante e alcune anche molto radicali. Pene maggiori per chi usa lo smartphone al volante, divieto di fumo mentre si guida, parcheggi per le donne in stato di gravidanza e modifiche alla sanzioni per il divieto di sosta: scopriamo tutte le norme confermate dal Governo nel documento finale pronto per l’approvazione.

CELLULARE ALLA GUIDA: PENE CONFERMATE

Dovrebbero essere confermate, secondo le ultimissime indiscrezioni, le sanzioni per chi utilizza lo smartphone – senza vivavoce o auricolari – mentre è alla guida. La nuova norma prevede una sanzione tra 422 e 1697 euro (in netto aumento rispetto a quelle attuali che si attestano tra 161 e 467 euro) e la pena accessoria della sospensione della patente da sette giorni a due mesi. Confermato anche l’aumento della multa in caso di recidiva, con sanzioni tra i 644 e i 2588 euro, con la sospensione della patente da uno a tre mesi e la decurtazione tra i 5 e i 10 punti dalla patente di guida.

PARCHEGGI ROSA, LUCI, SCOOTER 125 IN AUTOSTRADA

Nel nuovo Codice della Strada è stata confermata anche la misura che prevede la predisposizione di parcheggi gratuiti per le donne in gravidanza e per chiunque trasporti in macchina un bambino con un’età inferiore a un anno. Non è stato inserito tra le nuove norme, invece, l’innalzamento dei limiti di velocità in autostrada che restano quindi fissati a 130 km/h. Confermata anche l’abolizione dell’obbligo di utilizzo delle luci di posizione e degli anabbaglianti nelle ore diurne e il permesso di circolazione per gli scooter 125 sulle autostrade e sulle strade extraurbane.

NIENTE DIVIETO DI FUMO MENTRE SI GUIDA

Il divieto di fumo alla guida, forse uno dei provvedimenti più discussi dell’intero pacchetto di riforme che riguardano il nuovo Codice della Strada, non sarà introdotto. Non sarà quindi vietato fumare in macchina, fatte salve, naturalmente, le norme già in vigore. L’articolo 51 della legge n.3, infatti, stabilisce che non possono essere fumate sigarette nell’abitacolo di un’autovettura solo quando a bordo sono presenti minori e donne in stato di gravidanza. In tutti gli altri casi, quindi, sarà ancora possibile fumare senza incorrere in sanzioni.

LE ALTRE MODIFICHE CONFERMATE

Sono state aumentate, e non di poco, le sanzioni per il divieto di sosta. Si passa da multe che vanno dagli 84 ai 334 euro a sanzioni comprese tra 167 e 647 euro, con decurtazione di 2 punti dalla patente per la sosta in area adibita ai veicoli elettrici e di 4 punti in caso di sosta sui parcheggi per disabili o sul marciapiede. Confermate anche tutte quante le modifiche alla circolazione dei ciclisti sulle strade e quelle che riguardano i maggiori poteri della Polizia in caso di controlli per l’uso di stupefacenti.

Ultima modifica: 17 aprile 2019