Cintura di sicurezza: quando comporta il ritiro della patente

811 0
811 0

La cintura di sicurezza è un dispositivo di sicurezza che si trova all’interno di ogni veicolo. Serve per proteggere i passeggeri dagli urti in caso di incidente stradale.

Guida senza cintura di sicurezza: le sanzioni

Nonostante la cintura di sicurezza sia un dispositivo di sicurezza di lontana invenzione che risale al 1903, in Italia è diventata obbligatoria solo una trentina di anni fa. La Legge 111 del 18 marzo 1988 prevedeva l’obbligo di installare e utilizzare le cinture di sicurezza anteriori rispondenti a omologazione a bordo dei veicoli. Oggi, invece, il codice della strada impartisce l’obbligo di indossarla a tutti coloro che sono a bordo del mezzo, compresi i passeggeri nei sedili posteriori.

Chi non la indossa è soggetto a sanzione e ad una decurtazione dei punti della patente. In particolare, la normativa vigente prevede una multa da minimo 80 euro fino a un massimo 323 euro. Se, invece, il dispositivo non è allacciato adeguatamente o se ne altera il suo funzionamento, la sanzione ammonta ad un minimo di 40 euro e può arrivare fino ad un massimo di 162 euro.

Chi provvede al pagamento della multa entro 5 giorni ottiene uno sconto del 30% sull’importo dovuto, ma perde di diritto la possibilità di contestare la sanzione. Non indossare la cintura di sicurezza non comporta solo una sanzione amministrativa, ma anche la perdita di punti sulla patente.

Quando la decurtazione dei punti determina la totale mancanza di punti dalla patente, le autorità possono ritirare il documento, senza il quale non è più possibile guidare l’auto.

A cosa serve la cintura di sicurezza?

Le cinture di sicurezza proteggono il conducente e tutti coloro che sono a bordo del veicolo dagli urti in caso di incidenti stradali. Il dispositivo protegge il corpo del soggetto al fine di non farlo impattare contro il parabrezza e agevola anche la postura di guida, aiutando a ridurre il contatto violento con l’airbag in caso di innesco.

La cintura è utile anche in caso di guida ad alta velocità. In autostrada, ad esempio, il rischio di tamponamento è molto più elevato e per prevenire il contatto con altre automobili è necessario dotarsi di cintura per scongiurare qualsiasi incidente. Si tratta, dunque, di un meccanismo di protezione studiato ad hoc per garantire la tutela di tutti i passeggeri e prevenire urti che potrebbero nuocere gravemente alla salute.

Ultima modifica: 6 dicembre 2021