Chiavi auto, il futuro è via smartphone?

266 0
266 0

A breve potremo anche dimenticarci le chiavi auto: l’importante sarà non perdere il telefonino. Le case automobilistiche hanno fatto ingenti investimenti sul progetto “no key on”, grazie ai quali nessuna chiave sarà più necessaria per avviare la propria vettura: in una ventina di anni si è arrivati a una completa rivoluzione di pensiero. Dalla lunga chiave cromata si è passati al radiocomando che attivava l’antifurto o il blocco porte, quindi alla chiave elettronica da inserire direttamente nel quadro. Il futuro è il telefonino.

Aprire e avviare la macchina con il telefonino

Chi si è trovato ad affittare anche solo una volta una vettura della cosiddetta ‘urban mobility’, quelle che appartengono alle compagnie di car sharing come Enjoy, Smart Drive, sa già di che cosa si tratta: con un messaggio attraverso un’applicazione la vettura si prenota e con lo stesso telefonino, e dunque la cella della SIM card, l’auto si apre e si avvia.

Non è necessario inserire le chiavi nel quadro: nel momento in cui l’auto è parcheggiata e non serve più con un clic sull’applicazione le porte si bloccano fino all’arrivo del prossimo utente. Dunque, non stiamo parlando di uno sviluppo avveniristico, ma di qualcosa di estremamente attuale e concreto: molte sono le case automobilistiche che stanno già ipotizzando di passare molto presto a un’applicazione smartphone che possa sbloccare la macchina senza l’uso di una chiave.

Smartphone per avviare l’auto

Il progetto che porterà qualsiasi smartphone in qualsiasi ambiente, iOS o Android, a gestire la nostra vettura potrebbe concretizzarsi e diffondersi in modo uniforme per molte auto di massa nell’arco dei prossimi cinque anni: non si tratta solo di sbloccare la porta e abilitare lo start della macchina, ma anche di interagire con la casa produttrice.

Ciascuna app per smartphone sarebbe in grado di memorizzare percorsi, mappe, personalizzare la dotazione della vettura, fissare appuntamenti per girare le ruote, cambiare la dotazione dei pneumatici dalla stagione estiva a quella invernale, fissare gli appuntamenti in officina per i tagliandi.

Gli smartphone oggi tengono traccia dei percorsi, dei consumi, dei tempi di percorrenza offrendo una tracciabilità assoluta: un accesso personalizzato all’applicazione della propria vettura consentirebbe, di conseguenza, tutta una serie di servizi per i quali oggi si dovrebbe passare da telefono o mail e che invece, attraverso uno smartphone, diventerebbero automatici.

A questo genere di servizio stanno lavorando con maggiore puntualità le società di noleggio a lungo termine per le quali la tracciabilità delle proprie auto è sicuramente un elemento di grande interesse.

Ultima modifica: 21 maggio 2019