Che cosa è il liquido idroguida

174 0
174 0

Non sempre si dà la giusta importanza a un elemento che svolge un ruolo chiave sia in termini di sicurezza che di usabilità del veicolo ovvero l’impianto sterzante. Spesso ci facciamo avvincere dalle prestazioni del mezzo, soprattutto per quanto riguarda la power unit della nostra automobile dando di conseguenza la massima attenzione al motore e alle componenti correlate.

Liquido idroguida: impianto sterzante più diffuso

La guida è invece molto più dipendente dal primo anello che ci collega alla percorrenza del mezzo in strada, il più vicino a noi, ovvero proprio il volante. Non tutti tra gli attuali automobilisti avranno memoria diretta di ciò che significasse guidare una vettura senza idroguida. Oggi ci apparirebbe impensabile ma solo pochi anni fa questo elemento basilare era un optional. La tecnologia ha migliorato esponenzialmente le funzionalità, al fine di garantire un più elevato standard qualitativo e maggiore sicurezza su strada.

Oggi esistono essenzialmente tre fondamentali tipologie di impianto sterzante: quello meccanico, quello elettrico e quello idraulico. Ma è senz’altro quest’ultimo ad essere maggiormente diffuso nel parco mezzi complessivo.

Per essere ancora più precisi bisogna parlare di sistema a cremagliera idraulica. In estrema sintesi una pompa idraulica consente all’olio idroguida di generare un flusso e una pressione che andranno ad agire a livello della scatola sterzo facendo in modo che il volante diventi leggero grazie alla funzione di servoassistenza. E’ il piccolo – grande miracolo cui siamo ormai abituati e del quale i più giovani non si rendono neanche conto ma che ha semplificato di molto la vita di tutti noi automobilisti. In questo contesto c’è un ulteriore elemento che svolge un ruolo molto importante e che è spesso trascurato.

Liquido idroguida: funzioni

Il liquido idroguida è quel componente che permette all’intero servosterzo di agire senza difficoltà nel tempo. Il funzionamento può essere così sinteticamente descritto. A volante fermo, al di là della posizione delle ruote, l’olio inviato dalla pompa non trova accesso al cilindro operatore e torna al serbatoio.

In caso di sterzata la rotazione del volante comanda il dispositivo che aziona il distributore collegato facendogli aprire i varchi che conducono l’olio in una delle due camere del cilindro operatore. Quest’aumento di pressione nella camera sposta in direzione opposta lo stantuffo che agisce sui leveraggi delle ruote agevolandone la sterzata. Quando una camera si riempie l’altra si svuota essendo in collegamento col circuito di recupero. Durante la sterzata in direzione opposta a quella precedente il movimento del volante aziona i varchi che erano stati inibiti nell’altro frangente e così il liquido idroguida ha accesso nella camera opposta del cilindro.

Ultima modifica: 1 luglio 2019