Che cos’è l’ABS

1258 0
1258 0

ABS è una sigla con la quale viene abbreviata la parola tedesca Antiblockiersystem. Con questo acronimo si identifica un importante dispositivo di sicurezza a controllo elettronico.

Cos’è l’ABS e suo funzionamento

È un sistema che evita che le ruote si blocchino nelle frenate più violente e in quelle su fondi a bassa aderenza. La Mercedes Classe S W11, fu la prima auto ad adottarlo, nel 1978: il dispositivo era stato messo a punto dalla Casa tedesca con la Bosch. Dal 2004 tutte le auto presenti sul mercato devono adottare obbligatoriamente l’Abs.

Per intervenire in modo tempestivo in caso di bloccaggio di una o di più ruote, l’Abs monitora costantemente la loro velocità. Ciò viene fatto attraverso un trasduttore e una ruota fonica, solidale con la ruota stessa e dotata di piccoli denti o finestrelle. Per ogni ruota, un sensore di prossimità induttivo rileva il numero di dentini o di finestrelle che gli passano davanti in una precisa unità di tempo inviando poi questa informazione alla centralina dell’Abs. Quest’ultima incrocia i dati relativi a tutte le ruote e, quando emerge che una di esse si sta bloccando, la centralina stessa invia un impulso che riduce momentaneamente la pressione all’interno del circuito idraulico dell’impianto frenante, per evitare appunto che la sua azione sia troppo brusca.

Non appena la situazione torna normale, l’Abs consente che la frenata riprenda a piena potenza, Nei sistemi più evoluti e raffinati l’azione di bloccaggio può essere ripetuta e corretta più di dieci volte al secondo.

Il meccanismo descritto sopra serve ad evitare che le ruote si blocchino in frenata e assicura una guida in tutta sicurezza. Una ruota bloccata scivola infatti sul terreno, allungando nella maggior parte dei casi gli spazi di frenata, rendendo l’auto instabile e, cosa più importante, facendole perdere direzionalità. In assenza di rotolamento, le ruote anteriori non riescono infatti a rendere efficaci le manovre compiute dal pilota sullo sterzo.

Grazie all’Abs, il guidatore può esercitare la massima pressione sul pedale del freno e contemporaneamente agire sul volante per curvare o schivare eventuali ostacoli. In caso di frenata su fondi innevati o scivolosi, l’Abs consente di mantenere più facilmente il controllo della vettura, evitando che vada in testacoda.

Tutte le vetture moderne sono dotate di ABS per il controllo delle ruote in frenata.

Indicazioni e funzioni

La sigla ABS indica un sistema di assistenza alla frenata la cui funzione principale è quella di evitare che le ruote si blocchino quando ci si ferma su terreni scivolosi o in maniera violenta. Grazie all’ABS viene diminuita la forza della frenata indipendentemente dalla pressione esercitata sul pedale, e così facendo si ottiene una maggiore aderenza delle gomme ed un miglior controllo.

L’ABS è un dispositivo inventato dalla Volvo, ma la commercializzazione è merito di Bosch che già nel 1965 aveva sviluppato un dispositivo in grado di evitare il bloccaggio delle ruote in frenata. La sigla ABS è l’acronimo del termine tedesco “Antiblockiersystem“, cioè “sistema antibloccaggio” e spiega esattamente il compito svolto dal sistema.

Come detto sopra, il funzionamento dell’ABS è garantito da sensori posizionati sulle singole ruote che si rapportano e dialogano con una centralina elettronica. Quest’ultima calcola la velocità di rotazione di ogni singola ruota e qualora rilevi il bloccaggio di una o più ruote in frenata, interviene sulla pompa idraulica per diminuire la forza di frenata. Sarà quindi la centralina a dosare correttamente la forza frenante evitando la perdita di direzionalità del mezzo.

Tutte le volte in cui entra in azione l’ABS, l’automobilista avvertirà una vibrazione nel pedale del freno. Sarà fondamentale non diminuire la pressione sul pedale per annullare l’entrata in funzione del dispositivo.

Cosa fare in caso di spia ABS accesa

Quando si accende il motore, sul cruscotto di ogni vettura dotata di ABS si illuminerà la spia, solitamente di colore rosso, dedicata all’ABS. Se il funzionamento è corretto, questa si spegnerà automaticamente dopo qualche istante, mentre, in caso di malfunzionamento, resterà illuminata ed indicherà un guasto sistematico. In questo caso sarà opportuno recarsi immediatamente presso una officina per verificare il problema.

ABS e freni: quando fare la revisione

Per essere certi che l’impianto frenante e l’ABS siano sempre perfettamente efficienti, sarà opportuno procedere ad un controllo periodico di entrambi i sistemi. Questo ovviamente vale non solo per le componenti meccaniche dei freni, come dischi e pastiglie, che inevitabilmente si usurano con l’utilizzo, ma anche per quelle elettroniche dell’ABS, come il collegamento tra i sensori ed i cavi. Ad ogni tagliando, quindi, è sempre valido il consiglio di far analizzare lo stato di usura di entrambi i dispositivi per essere certi di trovarsi alla guida di una vettura che garantisca la massima sicurezza.

Conclusioni: tutto quello che c’è da sapere sull’ABS

Ricapitolando, la sigla ABS indica un sistema di assistenza alla frenata la cui funzione principale è quella di evitare che le ruote si blocchino quando la frenata avviene su terreni scivolosi o in maniera violenta.

Il funzionamento dell’ABS è garantito da sensori posizionati sulle singole ruote che si interfacciano con una centralina elettronica. Questa calcola la velocità di rotazione di ogni singola ruota e qualora rilevi il bloccaggio di una o più ruote in frenata, interviene sulla pompa idraulica per diminuire la forza di frenata. Sarà la centralina a dosare correttamente la forza frenante evitando la perdita di direzionalità del mezzo.

Cosa significa se la spia dell’ABS rimane accesa

Al momento dell’accensione del motore, sul cruscotto di ogni vettura dotata di ABS si illuminerà la spia, generalmente di colore rosso, dedicata all’ABS. In caso di corretto funzionamento questa si spegnerà automaticamente dopo qualche istante, mentre, in caso di malfunzionamento, resterà illuminata ed indicherà un malfunzionamento del sistema.

Quando bisogna fare la revisione dell’ABS

Per essere certi che l’impianto frenante e l’ABS siano sempre in perfetta efficienza è opportuno procedere ad un controllo periodico di entrambi i sistemi. Questo vale non solo per le componenti meccaniche dei freni, come dischi e pastiglie, che inevitabilmente si usurano con l’utilizzo, ma anche per quelle elettroniche dell’ABS, come il collegamento tra i sensori ed i cavi.

Ultima modifica: 14 febbraio 2022