Catalizzatore: cos’è e come farci manutenzione

2826 0
2826 0

Il catalizzatore è uno strumento che ha la funzione di neutralizzare gli elementi di scarto della combustione nel motore; ecco come funziona.

Oggi si fa una grande attenzione al problema dell’inquinamento atmosferico; governi e case di produzione automobilistiche sono certamente molto sensibili al tema delle emissioni e della mobilità sostenibile. Le automobili, anche per quanto riguarda i modelli dotati di classici motori a benzina e diesel, sono dotati di dispositivi che limitano quanto più possibile gli effetti negativi ed inquinanti della combustione.

Il sempre più grande interesse che viene rivolto al grave problema dell’inquinamento atmosferico, ha certamente contribuito a prendere sempre più accorgimenti per ridurre al minimo le emissioni delle automobili. Oggi vi parleremo del catalizzatore, spiegandovi come funziona questo strumento e come si dovrà effettuare la sua manutenzione.

Cos’è

Il catalizzatore è una componente progettata per far avvenire delle reazioni chimiche che andranno in parte a neutralizzare gli effetti negativi della combustione che avviene all’interno dei motori a scoppio. Il catalizzatore è uno dei principali elementi che garantisce un notevole abbattimento delle emissioni degli autoveicoli. Solitamente questo viene installato all’interno della marmitta del veicolo.

A livello visivo il catalizzatore apparirà come un rigonfiamento del collettore di scarico. Questo elemento è formato da una serie di paratie che generalmente sono costituite in palladio o in rodio; inoltre sono costituiti da elementi in ceramica e infine da alloggiamenti necessari per la regolazione del processo di abbattimento delle emissioni.

I gas di scarico che provengono dalla combustione del motore, come ad esempio gli ossidi di azoto e il monossido di carbonio, venendo a contatto con l’impianto, verranno trasformati in biossido di carbonio e nei gas ossigeno e azoto. Successivamente i gas verranno infine liberati nell’ambiente esterno, attraverso la marmitta.

Manutenzione

Per quanto riguarda la manutenzione del catalizzatore, potrete rilevare alcuni segnali che saranno l’avvertimento vi sono problemi nel suo funzionamento. Se dalla marmitta fuoriuscirà uno strano rumore, simile a dei cocci rotti, accompagnato da fumo nero e calo delle prestazioni del motore, questo potrà essere determinato da un non più corretto funzionamento del catalizzatore.

Se il supporto che sostiene il catalizzatore formato da un film isolante dovesse danneggiarsi, dovrete necessariamente provvedere a sostituirlo con uno nuovo; con la sostituzione, eviterete che il catalizzatore non venga protetto nel modo adeguato. Infine, per una corretta manutenzione del catalizzatore, sarà necessario effettuare il controllo del sensore posizionato vicino al collettore di scarico. Esso servirà a trasmettere i dati dalla centralina, in riferimento alla miscela aria benzina.

Ultima modifica: 7 maggio 2018