Caricabatterie moto, quale modello scegliere

245 0
245 0

Una risorsa preziosa da portare sempre con voi se siete appassionati delle due ruote a motore. Il caricabatterie moto è “solo” un accessorio ma in alcuni frangenti si rivela più importante del componente più cruciale. E dal momento che in genere non possiamo prevedere il momento nel quale il suo apporto si rivelerà decisivo, è decisamente consigliabile non farne mai a meno e contemplarlo d’ufficio nel nostro bagaglio di viaggio o almeno in garage.

Il caricabatterie moto: caratteristiche fondamentali

La batteria per le motociclette così come per ogni veicolo a motore è il cuore di tutta la parte elettrica. Ovvero ciò che consente anche alla parte meccanica di entrare in funzione. Un malaugurato black out elettrico lascia a piedi anche se disponiamo della motocicletta più potente e moderna che vi sia. Di più, la batteria è fondamentale anche per la sicurezza dei viaggiatori che rischiano di avere sgradevoli sorprese nel caso di malfunzionamento. E’ evidente dunque che se la batteria dà forfait, quasi sempre senza dare ammonimenti preventivi, dobbiamo farci trovare pronti con le adeguate contromisure. Che si chiamano evidentemente alimentatori di riserva o caricabatterie per l’appunto.

La quasi totalità dei modelli attualmente in commercio garantisce elevati standard di efficienza e sicurezza essendo regolarmente testati e omologati. La lunga esperienza dei produttori nel settore, messa alla prova anche su dispositivi analoghi destinati ad altre tipologie di veicoli, fa sì che anche la fruibilità degli apparecchi e la loro comodità di utilizzo siano garantite.

Modelli portatili, sempre più leggeri ma resistenti agli urti, piccole valigette di agevole trasporto, facili da usare anche per chi non ha grande dimestichezza. Ogni dispositivo può essere messo in funzione senza problemi anche attraverso la rapida lettura dei fogli di istruzioni. Ed è sempre bene farlo anche se si è più esperti: si possono così scongiurare spiacevolissimi guasti.

I modelli da scegliere

Come detto gli apparecchi in commercio sono tutti più che validi. Diamo comunque qualche suggerimento in base al gradimento espresso dagli utenti sui forum specializzati. E’ il caso del Black and Decker BDV090, caricabatterie da 6 e 12 volt ottimo per le batterie al piombo acido. In uscita ha una corrente da 1,2 ampere. Dispone di display al led. Oltre alla basilare funzione caricamento assicura anche il mantenimento di carica. Completo di morsetti e anelli capocorda. Altra opzione gettonatissima il Motopower MP00205A. Completamente automatico, utilizzabile per moto ma anche per altri veicoli. Può caricare tutti i tipi di batterie al piombo da 12 volt. Basta collegarlo e lasciarlo in carica per avere batterie piene a lungo. Il programma controllato dal microprocessore si arresta automaticamente al termine.

Ultima modifica: 29 novembre 2019