Come capire quando mettere l’olio servosterzo

239 0
239 0

Brutti tempi quelli in cui il servosterzo era di fatto insistente e per compiere una qualsiasi manovra occorreva rimboccarsi le mani e fare forza per compiere una manovra difficile. Grazie all’idraulica e all’elettronica, infatti, non occorrono più prove fisiche.
Quello che occorre – semmai – per mantenere in perfetto stato tutti questi dispositivi che facilitano la vita a bordo, è senza dubbio la manutenzione. E manutenzione significa tante cose, per esempio tagliando scadenziato, manutenzione straordinaria, manutenzione alla bisogna. Ecco, quindi, quali sono le spie da non sottovalutare quando ci si trova in carenza dell’olio servosterzo. Ma prima di capire quando occorre correre ai ripari, meglio porsi un’altra domanda: perchè nel servosterzo occorre mettere dell’olio?

Un atto dovuto e fondamentale 

Va in effetti specificato, prima di gettare nel panico gli automobilisti meno esperti: l’olio servosterzo difficilmente viene sostituito, molti automobilisti – tutto sommato a ragione – ne ignorano l’esistenza.

Eppure l’olio nel servosterzo assolve diverse funzioni di cui due fondamentali:

  • Lubrifica gli ingranaggi
  • Amplifica l’effetto della rotazione dello sterzo, mediante la trasmissione idraulica.

Ma, ribadiamolo, difficilmente viene sostituito, perchè entra in un circuito tutto sommato “pulito” e dunque non facilmente soggetto a contaminazioni. In ogni caso, nei se pur rari casi in cui l’olio ha subito contaminazioni o danneggiamenti, meglio intervenire tempestivamente, senza tergiversare: il rischio è di danneggiare organi delicati, un esempio per tutti la pompa.

Olio servosterzo: Quando occorre intervenire

Per quei rari casi in cui si rende necessaria la sostituzione dell’olio servosterzo ci sono in effetti delle “lampadine”: per esempio delle perdite a carico dell’impianto, oppure quegli strani rumori a carico dello sterzo, quando magari si gira a ruote ferme.

Un altro elemento che deve far accendere la spia è il chilometraggio: se la strada è tanta, prima o poi l’olio va cambiato, esattamente come avviene per l’olio delle altre componenti. In questi casi meglio non perdere tempo e far visionare il tutto, perché è probabile che si sia verificato qualche danno a carico della pompa, o magari dei tubi, o chissà, meglio contattare uno specialista, che in poco tempo provvederà alla anamnesi, alla diagnosi e, quindi, alla cura. Ma quale olio scegliere? Meglio farsi consigliare, tenendo bene a mente che non tutti gli oli sono uguali.

Ultima modifica: 27 giugno 2019