In camper per un weekend: 5 itinerari italiani per una breve vacanza

1901 0
1901 0

Viaggiare in camper all’insegna della lentezza per godere di paesaggi e soste, senza fretta, perché l’obiettivo non è giungere a una destinazione, ma assaporare il viaggio itinerante: da Nord a Sud d’Italia, ecco dei percorsi per un weekend di vacanza fuori stagione.

Leggi anche: Vacanze in camper in famiglia: perché è una buona idea

DA PERUGIA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Si parte dal cuore dell’Umbria, dedicando qualche ora a Perugia, per un tour che porta fino al mare. Sul tragitto si incontrano Foligno, Assisi e i luoghi di San Francesco, la solitaria e panoramica strada del Valico di Colfiorito, per giungere a Norcia, dove fare una sosta tra botteghe in cui degustare salumi e funghi della zona. Proseguendo nei Monti Sibillini ci si può fermare ad Ascoli Piceno, tra torri, ponti e palazzi loggiati, per concludere il viaggio al mare, a San Benedetto del Tronto, sulla Riviera delle Palme. Le aree attrezzate per i camper nella zona sono diverse: a Perugia in Piazzale del Bove, ad Assisi nel parcheggio di Santa Maria degli Angeli, a San Benedetto nell’area di sosta di Viale dello sport.

LA COSTIERA AMALFITANA

La pittoresca Vietri sul Mare, con le sue ceramiche dai mille colori e i vicoli stretti, è il punto di partenza del tour della Costiera Amalfitana. Ci si ferma a Ravello, un borgo romantico dove si trovano laboratori che producono il limoncello. Imperdibili Amalfi e Praino, da cui immettersi sul Sentiero degli Dei: 8 chilometri sul Monte Pertuso per godere di panorami mozzafiato, da cui si può proseguire per una camminata nella macchia mediterranea. Si giunge poi a Positano e alla Penisola Sorrentina. All’Agriturismo Costiera Amalfitana a Tramonti (Frazione Pietre) si trova un’area attrezzata e ben organizzata a pagamento, dalla quale partono anche dei bus per tutta la Costiera.

LE LANGHE IN CAMPER

Tra degustazioni di vino, tartufi, ravioli del plin e la vista sulle meravigliose colline piemontesi, le Langhe sono una destinazione da non perdere. L’itinerario ha inizio ad Alba, per poi seguire le Strade del Vino e fare tappa a Grinzane Cavour per visitare l’imponente castello trecentesco. Si prosegue poi per Barolo, dove assaggiare il famoso e pregiato vino omonimo, e Cortemilia, la capitale della nocciola. Ad Alba si trova un’area attrezzata comunale in Corso Piave.

L’ISOLA D’ELBA

Mare cristallino, profumi intensi di macchia mediterranea, clima mite e cucina ottima: l’Isola d’Elba è una meta ideale per i camperisti, soprattutto fuori stagione, quando non è presa d’assalto da troppi turisti. Preso il traghetto e raggiunta Portoferraio, dove scoprire la storia di Napoleone, ci si può dirigere verso oriente dove si incontrano Rio dell’Elba, un borgo arroccato, Rio Marina, una piccola cittadina colorata sul mare, Capoliveri e le dune di Lacona. A occidente invece c’è una località balneare con una lunga spiaggia di sabbia fine, Marina di Campo, e poi un borgo di pescatori, Marciana Marina. I camping sono sparsi per l’isola. A Lacona si trovano i più grandi con tanti servizi per i camperisti.

TRIESTE E IL SUO GOLFO

Dalla Riserva Naturale delle Foci dello Stella, si raggiunge Trieste, un luogo dal fascino storico, dove si trova la più grande piazza d’Europa sul mare. Delizioso il borgo di Muggia, da cui proseguire per Grado, un isolotto unito alla terraferma da spiaggia e pineta nella parte est, mentre in quella nord dal lungo Ponte della Figariola. A Carso il mare ha un colore intenso e fondali rocciosi e da qui si incontrano le falesie di Duino, protette in Riserva Regionale Naturale. Le zone adatte ai camper si trovano ad Aquileia, in via Grandi, e a Trieste in Via Von Bruck.

Ultima modifica: 30 marzo 2018