Camper: quando bisogna cambiare le gomme

89 0
89 0

I pneumatici dei camper sono diversi da quelli delle automobili e necessitano di una particolare attenzione. Spesso si consumano a una velocità maggiore rispetto alle ruote di altri veicoli, soprattutto a causa del peso che sopportano per lunghi tragitti e delle strade che affrontano. Di seguito una breve guida per sapere quando è consigliabile sostituire le gomme del camper ed evitare lo scoppio durante un viaggio.

Quando sostituire i pneumatici del camper

Se avete acquistato un camper già da qualche anno ma rimane fermo per lunghi periodi, dovrete considerare l’idea di sostituire le ruote. La maggior parte dei meccanici consiglia di sostituire le ruote ogni 5 anni e dopo aver percorso più o meno 50 mila chilometri.

Vi sono degli apparecchi che permettono di verificare lo stato di usura delle gomme e dei sensori per la pressione, senza doversi per forza recare in un’officina specializzata. Qualora fosse solo una questione di pressione o sgonfiamento delle ruote, si possono regolare con lo strumento apposito che è possibile portare ovunque. Nel caso in cui, invece, si notasse un lisciamento delle scanalature dei pneumatici, l’indurimento o il battistrada piuttosto rovinato, è consigliabile portare il camper da un meccanico. 

Perché si consumano le ruote del camper

Considerando che i camper sopportano spesso grossi carichi, percorrono molti chilometri e stanno fermi lunghi periodi, devono essere dotati delle giuste ruote, di solito etichettate “camper”. Tra questi, solitamente si opta per modelli con una mescola morbida, la quale consente di avere un maggior livello di aderenza e una frenata più corta. Trascorsi 5 anni dall’acquisto e percorsi più o meno 50 mila chilometri, è consigliabile la sostituzione.

Vi sono alcuni elementi che causano il veloce deteriorarsi dei pneumatici dei camper. In primo luogo, vi è il fatto che solitamente si viaggia con un carico al limite e questo peso grava interamente sulle ruote. In secondo luogo, se il camper rimane fermo per lunghi periodi e non dentro un garage.

È normale non effettuare viaggi in camper anche per mesi; in questi casi è opportuno posizionare degli assi per sollevare le ruote da terra e magari coprirle dopo averci messo del borotalco. Usare prodotti chimici potrebbe indurire maggiormente le ruote e l’indurimento è la prima causa che porta allo scoppio del pneumatico. Altri fattori sono certamente le condizioni climatiche che si affrontano durante i viaggi: pioggia e neve fanno sì che si usuri maggiormente il battistrada. Anche l’esposizione ai raggi solari provoca lo stesso effetto. Non bisogna, quindi, sottovalutare lo stato dei pneumatici, ma effettuare dei controlli sia prima della partenza che durante il viaggio. Infine, una buona manutenzione e qualche accorgimento quando si pensa di non usare il camper per molto tempo, contribuiscono a far guadagnare qualche mese o anno in più di vita alle ruote.  

Ultima modifica: 5 novembre 2018