Camper: che differenza c’è con il caravan

280 0
280 0

Sarà l’assonanza di due termini stranieri, ma non è raro che un camper venga confuso con un caravan e viceversa. Eppure le differenze sono notevoli e non si limitano al solo fatto che il camper è un mezzo autonomo, mentre il caravan, meglio conosciuto come roulotte, è un rimorchio.

Ci sono una miriade di dettagli di non poco conto che segnano una differenza profonda tra i due mezzi. Essenzialmente il camper ha un motore proprio, non necessita di traino e dispone sia della cellula abitativa, sia dell’abitacolo destinato alla guida. In molti confondono anche il camper con il motorhome.

La piena autonomia del camper

In questo caso la differenza è davvero sottile perché, al di là degli accessori e degli allestimenti, il camper si distingue dal motorhome soltanto perché l’abitacolo è parte integrante della cellula abitativa, un tutt’uno come fosse un autobus. Nel camper queste due parti restano inderogabilmente divise.

Il caravan ha caratteristiche diverse, che riguardano non tanto la cellula abitativa, quanto l’assenza di un motore e di un’autonomia energetica in particolare. Presentano nella parte anteriore un gancio traino da collegare a un veicolo per il trasporto. Il caravan è montato su un solo asse con due ruote, proprio perché trainato.

Il caravan come soluzione completa

L’allestimento interno è personalizzabile e prevede quasi sempre da due a quattro posti letto, con soluzioni di design che permettono l’utilizzo multiplo dello stesso arredo. Un lettino può essere allo stesso tempo divano o parte della sala da pranzo. Dispongono di un cucinotto, di un bagno chimico e di una doccia e i più costosi hanno anche altri comfort in dotazione, come il frigorifero e un sistema di riscaldamento.

Non può essere lasciato senza rimorchio nei parcheggi, lungo la strada o nelle aree di sosta private. Del tutto diverso il camper che è attrezzato anche per le soste in aree non attrezzate, essendo dotato di autonomia energetica, di serbatoi per le acque bianche, grigie e nere. Ha un proprio motore e sicuramente offre spazi abitativi più ampi.

Una cosa hanno in comune camper e caravan: non sono più soltanto elementi per trascorrere lunghe o brevi vacanze, ma da un po’ di anni cominciano ad avere anche una destinazione di uso professionale. Non sono rari gli impieghi come uffici mobili.

La differenza tra i due è soprattutto nel prezzo e nella gestione: non soltanto il prezzo di acquisto, ma hanno costi assicurativi diversi e costi di rimessaggio diversi. Si può ben immaginare che un camper necessita di un budget più elevato.

Ultima modifica: 8 novembre 2018