Braccetti auto: cosa sono

115563 0
115563 0

I braccetti delle sospensioni sono un elemento imprescindibile per il funzionamento dell’auto e la sicurezza stradale, ma risultano alquanto delicati.

I braccetti delle automobili sono una componente delle ruote delle stesse e sono indispensabili per il funzionamento di tutta la vettura. I braccetti trasversali sono uno degli elementi dell’assetto e anche una delle componenti più sollecitate del veicolo. Sono infatti responsabili sia della tenuta sia della direzione delle ruote. Esistono braccetti trasversali sia per l’asse anteriore sia per quello posteriore e possono essere sia singoli che multi-parte.

La funzione di base, comunque, è la stessa in tutte le varianti. Il braccetto funziona come connessione mobile tra la ruota della vettura e la sua carrozzeria. La maggior parte dei braccetti trasversali ha forma triangolare: per questo essi sono soprannominati anche “braccetti a triangolo”. La forma è tale da permettere alla ruota di eseguire un movimento verticale quando l’ammortizzatore molleggia verso l’alto oppure verso il basso. Per irrigidire i braccetti trasversali durante la marcia dell’auto, i braccetti di destra e di sinistra sono tra loro collegati da una barra stabilizzatrice. Essa si trova sui braccetti, così come il montante stabilizzatore, del quale sono dotati molti veicoli, anche se non tutti.

Cosa sono e come funzionano

I braccetti della macchina permettono, per mezzo degli snodi -una sorta di cerniere- alle ruote di essere svincolate sia dal telaio, sia dalla carrozzeria. In questo modo, i braccetti consentono allo sterzo e agli ammortizzatori di lavorare. Con un urto violento o prendendo una grossa buca, i braccetti si romperanno o si piegheranno. Se anche non dovessero rompersi, con urti di questo tipo essi verrebbero comunque sollecitati e danneggiati e sarebbero più inclini a rompersi con il tempo.

Se anche un solo braccetto dovesse rompersi sarà impossibile proseguire la marcia poiché essi, appunto, sono legati al funzionamento di ammortizzatori e sterzo, elementi, questi ultimi, indispensabili alla guida. Il braccetto, inoltre, è l’elemento che permette di tenere la convergenza delle ruote, dunque la rottura o il piegamento di uno di essi sposterebbe inevitabilmente la ruota interessata verso l’interno o verso l’esterno.

Braccetti auto rumorosi

Può accadere, ad esempio prendendo una buca poco profonda a bassa velocità o percorrendo una rotonda, sentire dei rumori provenienti dai braccetti auto, solitamente come dei “tac” improvvisi e ripetuti. Se gli ammortizzatori dell’auto sono stati cambiati da poco, e quindi escludete a priori che possano essere la causa di tale rumore, è probabile che esso sia provocato dai braccetti delle ruote.

Anche se può capitare, questo è sintomo del fatto che qualcosa assolutamente non va e che dovete intervenire al più presto. Viaggiare con uno o più braccetti rotti, quando non è impossibile, comporta infatti dei rischi enormi sia in termini di sicurezza per voi, per eventuali passeggeri e per chi si trova su altri veicoli, sia in termini di danni ulteriori che verrebbero inevitabilmente arrecati alla vostra automobile.

I braccetti non sono una componente particolarmente conosciuta dalle persone comuni, dunque difficilmente rientrano nel campo delle conoscenze del fai-da-te. In caso di anomalie o di sospetti, è assolutamente indispensabile rivolgersi subito al proprio meccanico di fiducia o a un esperto che controllerà i braccetti della vostra auto. Bisogna ricordare che i braccetti delle sospensioni sono particolarmente delicati e che, di tanto in tanto, vanno cambiati. Molti sono i modi, infatti, in cui possiamo danneggiarli senza accorgercene: banalmente, anche un dosso preso con velocità troppo elevata.

Sintomi rottura dei braccetti

Esistono essenzialmente due casi in cui il braccetto può rompersi: per un difetto di fabbrica oppure per un urto. Sebbene determinare la causa della rottura sia normalmente piuttosto difficile, non lo è stabilire se questa dipende da un difetto nella fabbricazione. In questo caso, infatti, la zona di rottura del braccetto si presenterà divisa in due parti: una rugosa, che ha ceduto pian piano nel tempo, e una lucida, che si è rotta all’improvviso. Si tratta dell’unico caso in cui un braccetto può essere considerato difettoso. Se la rottura fosse dovuta a un urto contro un ostacolo o a un sasso, la zona di rottura del braccetto presenterebbe danni sia all’interno sia sulla superficie.

Non sempre è possibile prevedere la rottura di un braccetto, ad esempio se essa avviene improvvisamente come conseguenza di un urto violento oppure senza preavviso ma senza un apparente motivo (bisogna però specificare che si tratta di un caso molto infrequente). Normalmente, invece, i braccetti prima di rompersi emettono i rumori a cui accennavamo prima, quei “tac” continui che, nel caso i vostri braccetti vi stessero inviando un chiaro segnale, potete udire anche solo girando lo sterzo con la macchina ferma.

Costo e sostituzione

Come dicevamo, i braccetti hanno la caratteristica di essere alquanto delicati e, per questo motivo, onde evitare incidenti anche di entità importante è essenziale cambiarli di tanto in tanto.

Di norma, a fronte di un urto -anche al quale non attribuireste particolare importanza, come può essere quello della macchina contro un marciapiede– è bene provvedere a un controllo completo di alcune componenti dell’auto, per assicurarsi che nessun elemento, non visibile dall’esterno, sia rimasto compromesso o danneggiato. Tra queste componenti figurano, ovviamente, anche i braccetti delle sospensioni, che normalmente sono i primi a saltare e che all’occorrenza vanno sostituiti tempestivamente. Sarebbe opportuno, al momento di recarsi in officina, far controllare anche che l’auto non abbia subito altri danni, e in particolare la convergenza delle ruote, che può essere facilmente persa per ragioni legate ai braccetti ma anche per altri motivi.

Sostituire il braccetto anteriore di una piccola utilitaria è un’operazione relativamente semplice per un esperto e che non richiede troppo tempo. Per farlo, infatti, è necessario svitare pochi dadi. Per sollevare una vettura con il ponte, invece, si richiede molto più tempo, ma un meccanico saprà comunque risolvere la questione senza alcun problema.

Il costo di un braccetto si aggira solitamente intorno ai 100 euro. Bisogna prestare attenzione a intervenire immediatamente se si sospettano danni anche poiché, se rovinati, i braccetti potrebbero danneggiare anche altre componenti del veicolo facendo lievitare le spese per la riparazione.

Ultima modifica: 30 giugno 2017