Bollo auto 2018: in alcune regioni le ibride sono esentate

400 0
400 0

In buona parte d’Italia chi possiede un’auto ibrida non può che essere felice. Attualmente, infatti, dieci regioni e le due province autonome di Trento e Bolzano prevedono agevolazioni e/o esenzioni di varia natura sul bollo auto per chi ha deciso di utilizzare veicoli con doppia alimentazione (benzina/elettrica o gasolio/elettrica).

Leggi anche: Bollo auto: cos’è e come funziona per le macchine ibride

Eccole nel dettaglio:

BOLZANO

I veicoli ibridi immatricolati nuovi in provincia di Bolzano sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica per i primi tre anni dall’immatricolazione. L’esenzione è aumentata a cinque anni per i veicoli con alimentazione elettrica e termica che producano emissioni di anidride carbonica non superiore a 30 grammi al chilometro.

CAMPANIA

A decorrere dall’anno 2014, i proprietari di autoveicoli con alimentazione ibrida sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per le due annualità successive.

EMILIA ROMAGNA

L’articolo 1 della legge regionale 29 dicembre 2015, n.23 ha previsto, per i veicoli ad alimentazione ibrida, che risultano immatricolati per la prima volta tra l’1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016, l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per il primo periodo fisso e per le due annualità successive.

LAZIO

A decorrere dal 2014, i proprietari di autoveicoli di nuova immatricolazione con alimentazione ibrida benzina-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o con alimentazione benzina-idrogeno sono esentati, per tre annualità dalla data di immatricolazione, dal pagamento della tassa automobilistica nel Lazio.

LIGURIA

L’articolo 1 della legge regionale n.8 del 21 giugno 2016 dispone l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per il primo bollo e le successive quattro annualità a favore dei veicoli con alimentazione ibrida.

LOMBARDIA

Per i veicoli con alimentazione ibrida (benzina/elettrico e diesel/elettrico) dotati di strumentazione per ricarica esterna immatricolati a partire dal 01/01/2018 e fino al 31/12/2020, riduzione del 50% per tre anni d’imposta decorrenti da quello di immatricolazione.

Leggi anche: Macchine ibride: tutte le informazioni utili per il bollo auto

MARCHE

A decorrere dall’1 gennaio 2017, i proprietari di nuovi autoveicoli con alimentazione ibrida benzina-elettrica o gasolio-elettrica, inclusiva di alimentazione termica, o benzina-idrogeno immatricolati per la prima volta nel corso dell’anno 2017, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive.

PIEMONTE

La legge regionale n. 18 del 22/11/2017 (in vigore dal 23/11/2017) ha disposto l’esenzione per tali autoveicoli per 5 anni a decorrere dalla data di immatricolazione e con potenza uguale o inferiore a 100 KW.

PUGLIA

La Regione Puglia ha disposto l’esenzione temporanea per il primo periodo fisso e per le cinque annualità successive, anche per i veicoli nuovi appartenenti alle categorie M1 ed N1 immatricolati dall’1 gennaio 2014 con alimentazione ibrida benzina-elettrica e diesel-elettrica. Decorso il periodo di esenzione, i veicoli con alimentazione esclusiva a metano o a Gpl, oppure ibrida benzina-elettrica e diesel-elettrica devono corrispondere la tassa automobilistica ridotta del 75%, mentre per quelli con alimentazione doppia la tassa automobilistica deve essere corrisposta per intero.

TRENTO

Con legge provinciale n.27 del 27 dicembre 2010 la Provincia Autonoma di Trento ha disposto che i veicoli con sistemi di alimentazione mista metano-benzina, Gpl-benzina, elettrico-benzina, nuovi immatricolati dal 29/12/2010 sono esonerati dal pagamento della tassa automobilistica provinciale per i primi cinque anni.

VALLE D’AOSTA

La legge di stabilità regionale per il 2017 ha introdotto l’esenzione dal pagamento della tassa auto per le autovetture e per gli autocarri con massa massima fino a 3,5 tonnellate con propulsione ibrida termico/elettrica e per quelli con propulsione ad idrogeno immatricolati tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2019.

VENETO 

Dal 2014 i proprietari di autoveicoli cosiddetti ibridi – benzina elettrici, diesel elettrici e termici elettrici – e di quelli a doppia alimentazione benzina/idrogeno sono esentati dalla tassa automobilistica regionale per tre annualità a partire dalla data di immatricolazione.

Ultima modifica: 14 febbraio 2018