Biometano, da cosa è fatto questo carburante

183 0
183 0

Da tempo si parla di biometano e del suo utilizzo in quanto fonte di energia pulita e rinnovabile. Trattandosi una tipologia di metano completamente sostenibile, può essere impiegato in diversi settori e con finalità differenti, incluso il suo utilizzo come carburante alternativo per i veicoli.

I vantaggi del biometano

Con il biometano, infatti, si può produrre elettricità e anche gas naturale che può essere a sua volta utilizzato per fare il pieno al serbatoio. Uno dei vantaggi del biometano rispetto alle altre fonti di energia rinnovabili, è data dalla sua costante reperibilità durante tutto il corso dell’anno. Ma come si produce il bimetano? Da cosa è creato esattamente questo carburante sostenibile?

Da cosa è fatto questo carburante

Il biometano si realizza attraverso un procedimento di depurazione e upgrade del biogas che a sua volta viene prodotto dalla decomposizione e digestione in un ambiente anaerobico di biomasse quali i sottoprodotti agricoli, come ad esempio gli scarti delle coltivazioni, gli escrementi animali e i liquami e i letami provenienti dagli allevamenti, dalla decomposizione di scarti provenienti dai prodotti della filiera alimentare e anche della parte organica dei rifiuti solidi urbani, ciò che viene identificato con la sigla FORSU, così come dalla depurazione di quelle che vengono comunemente chiamate acque nere che derivano dai reflui fognari.

Una volta ottenuto il biogas nel suo formato grezzo viene elevato alla forma di biometano aumentando la concentrazione di metano ed eliminando le componenti di co2, il biossido di carbonio, che non sono compatibili con l’immissione in rete. In poche parole quindi, il biometano e fatto a partire dai rifiuti organici e dai sottoprodotti della filiera agricola e alimentare. Nonostante sia ancora un argomento alquanto controverso e discusso, l’utilizzo del biometano permette la valorizzazione e il reimpiego della gran parte di tutto ciò che viene considerato un rifiuto o uno scarto.

Campi d’impiego del biometano

Se il biogas al suo stato grezzo, può già essere impiegato nei sistemi di riscaldamento per produrre calore e può essere altresì essere utilizzato nella rete elettrica per generare energia, la sua elevazione in questo combustibile consente la produzione di carburante per l’alimentazione dei veicoli a motore, che funziona così come avviene con il gas naturale o il metano di origine fossile.

Oltre al suo utilizzo nel campo dell’autrotrazione, il biometano, come il biogas, può essere incanalato nella rete di distribuzione del gas e usato ai fini del riscaldamento domestico. Data la sua derivazione da componenti organiche, questo combustibile risulta essere particolarmente vantaggioso e utile non solo nella salvaguardia dell’ambiente ma anche nel processo di smaltimento di un’intera categoria di rifiuti.

Ultima modifica: 4 dicembre 2019