Batteria auto: cosa fare quando la batteria è a terra

2098 0
2098 0

La batteria auto è uno degli elementi più sensibili della tua autovettura. A chi non è successo di rimanere fermo perché impossibilitato ad avviare la macchina a causa della batteria auto scarica? Questo rappresenta anche uno degli inconvenienti più frequenti che possono capitare a ogni automobilista.

Per evitare un simile problema, è necessario sottoporre la propria auto a un controllo regolare, soprattutto se effettui molti viaggi a lunga distanza. Come si capisce che la batteria auto è completamente esausta?

Generalmente, quando ci si accinge all’avviamento della macchina, tutte le spie presenti nel quadro strumenti si accendono. Capita, comunque, che questo non accada. Il problema può essere provocato anche da un semplice scollegamento della batteria, ma il più delle volte dipende dall’esaurimento della batteria auto.

Come è possibile quindi ripartire in una condizione di simile disagio? Le opzioni possibili sono due: la partenza a spinta o tramite i cavetti. La prima soluzione è alquanto chiara, sebbene non sia consigliata per le vetture con marmitta catalitica. Con questa soluzione, è necessario inserire e girare la chiave per accendere l’impianto elettrico. In seguito, bisogna mettere la seconda o la terza e bisogna premere il pedale della frizione prima che la vettura venga spinta. Se in discesa (contesto migliore per tale operazione), l’auto raggiungerà una certa velocità in un breve lasso di tempo e sarà quindi possibile rilasciare il pedale della frizione. Se la macchina si trova in una zona pianeggiante, sarà opportuno spingere fino a che non raggiunge la velocità necessaria per farla ripartire.

L’altra opzione riguarda l’utilizzo dei cavetti. Per dormire sogni tranquilli, si consiglia di tenere questo accessorio sempre a bordo della macchina per risolvere in tempo rapido il problema della batteria auto scarica. Oltre a questi, tuttavia, è necessaria anche la presenza di un’altra macchina.

Quando avrai a disposizione questi presupposti, potrai procedere a caricare la batteria auto. Ecco come fare. Un’estremità del cavo rosso deve essere collegato al polo positivo (con segno +) dell’auto con batteria carica e l’altra estremità al polo positivo dell’auto con batteria scarica. Ora è il momento del cavo nero, che deve essere collegato ai poli negativi (con segno -) di entrambe le vetture.

Al collegamento segue la ricarica dell’auto. La macchina con batteria funzionante deve essere accesa e il suo motore deve raggiungere almeno i 2.000 giri al minuto. Così facendo, la batteria auto ha la spinta necessaria per avviare il motore e ripartire. Quando il motore è ripartito, scollega i cavetti seguendo l’ordine inverso, ovvero prima il nero e poi il rosso.

Ultima modifica: 6 febbraio 2018