Bambini e mal d’auto: consigli pratici e naturali

1181 0
1181 0

Se per un adulto è più facile affrontare il mal d’auto, per un bambino, soprattutto se piccolissimo, il problema può rivelarsi davvero complesso, per il piccolo e per chi lo accompagna in auto. E non c’è bisogno di percorrere tanti chilometri, o di spostarsi in treno, in aereo o in pullman: la cinetosi può presentarsi anche in caso di brevi tragitti, specie se il percorso è fatto di curve. Il fattore psicologico è determinante per scatenare tutti gli effetti. Il peggiore resta la nausea, che per i bambini non è controllabile.

Mal d’auto: rimedi

Esistono alcuni rimedi ma per quelli farmaceutici è meglio consultare il pediatra. Per i braccialetti non è necessaria alcuna prescrizione medica, in quanto sono assolutamente privi di farmaci. Attualmente sono tra i rimedi più efficaci e senza controindicazioni. Sono facili da applicare e vengono consigliati anche per i bambini al di sotto dei 24 mesi. Se il braccialetto, che va stretto a entrambi i polsi e va tenuto per tutto il viaggio ed è posizionato a un centimetro dal polso, non dovesse risultare efficace, sarebbe meglio ricorrere ad altri rimedi naturali, prima di affrontare la cinetosi (o chinetosi) medicalmente.

Mal d’auto: consigli

Valgono anche per i bambini i consigli adatti agli adulti: preferire uno spuntino leggero a un pasto completo prima di affrontare il viaggio, e mangiare cibi secchi come crackers, panini o biscotti. Per i lattanti meglio far passare un’ora tra la poppata e l’inizio del viaggio. Evitare bevande acide, come le spremute di arancia e non bere comunque molto.

Anche una corretta posizione in auto aiuta molto il bambino. Deve necessariamente essere sistemato, per ragioni di sicurezza, sui sedili posteriori, ma è meglio che abbia la testa ben poggiata, magari con un cuscino e lo sguardo sempre rivolto davanti a sé. Guardare di lato o abbassarsi, o anche cambiare spesso posizione non aiuta a evitare nausea e vertigini. Nel caso in cui si manifestino chiaramente i sintomi di cinetosi, è meglio tenere sempre a portata di mano sacchetti e salviette umidificate, ma senza mostrarli al bimbo, che potrebbe avvertire l’ansia.

La distrazione resta il miglior sistema per prevenire il mal d’auto: raccontare storie coinvolgendo il bambino, fargli ascoltare le sue canzoncine preferite, raccontargli le tappe del viaggio, possono essere espedienti di valido aiuto. E un fazzoletto imbevuto di olio di menta aiuterà a sopportare il senso di nausea, annusando di tanto in tanto. Anche una caramella a base di menta, da succhiare lentamente può essere di grande sollievo.

Ultima modifica: 21 agosto 2018