Avviamento: come far partire un’automobile a spinta

1660 0
1660 0

Se avete un’auto dotata di cambio manuale e con batteria scarica, allora potrete riavviarla semplicemente spingendola, ecco alcuni consigli.

Può capitare che una vettura con cambio manuale presenti problemi a ripartire se la sua batteria è scarica. Per poter riavviare il motore, tutto ciò che dovrete fare è dare una spinta, meglio se su di una strada in discesa, per facilitare il lavoro. Chiaramente, ricorrerete a questo metodo solo nel caso in cui non potrete disporre dei cavi di avviamento. Attenzione però alla frizione. Vediamo come fare.

Nozioni premilinari

Vediamo passo, dopo passo, tutto quello che bisogna fare nel caso in cui la macchina non dovesse ripartire.

La prima cosa da fare, sarà quella di inserire la seconda marcia, spingendo poi il pedale della frizione. A questo punto, bisogna accendere il quadro ed inserire la chiave nell’accensione. E’ quello che normalmente si fa per azionare il motore d’avviamento.

Se quest’ultimo non è in grado di far partire l’auto, si deve inserire la marcia per poi muovere forzatamente il veicolo. Meglio se si prova a spingere l’auto in discesa, in questo modo risulterà più semplice e senza dubbio meno faticoso. Prima di cominciare a spingere l’auto, è bene assicurarsi che la frizione sia premuta e che sia inserita la seconda marcia. Disinserire il freno a mano e spingere l’auto o farla scivolare lungo la discesa.

Quando l’auto è in movimento, bisogna lasciare andare la frizione. Accelerare subito dopo, in modo tale che il motore possa riavviarsi. A questo punto, potrete finalmente rimettervi alla guida della vostra auto, ma attenzione a non farla spegnere.

Come fare

Una volta che l’auto sia stata posizionata in discesa, disinserito il freno a mano, premuta la frizione, si deve inserire la seconda marcia. A questo punto, si deve fare in modo che la vettura raggiunga una velocità di circa 10-25 km/h. Chi è alla guida dovrà poi azionare la frizione per un breve lasso di tempo, rilasciarla del tutto per un secondo e poi premerla a fondo velocemente.

Attenzione, perché, se si toglie il piede dal pedale della frizione per più di due secondi, l’auto si potrebbe fermare e in questo modo la batteria non può ricaricarsi. E’ necessario poi lasciare l’auto accesa per circa 15 minuti, in modo da consentire all’alternatore di ricaricare la batteria. Se non si fa in questo modo, la batteria non riuscirà ad avere la carica sufficiente per potersi riaccendere una volta spenta.

Importante inserire la seconda marcia. Questo perché solo così non si avrà un riavvio del motore brusco. In caso contrario, si rischia di craere problemi al cambio e alla frizione. Tuttavia, se non si dispone di molto spazio, per far acquisire velocità all’auto, si può anche inserire la prima marcia.

Nel caso in cui, tutto ciò non risultasse efficace al primo tentativo, si potrà provare una seconda volta, rilasciando la frizione solo quando si avrà una velocità superiore a quella raggiunta nel primo tentativo.

Ultima modifica: 29 gennaio 2018