Auto usata: a che cosa prestare attenzione prima dell’acquisto

1132 0
1132 0

Acquistare un auto usata può farci risparmiare rispetto all’acquisto di un veicolo nuovo ma dietro l’angolo si può nascondere la fregatura, se non saremo scrupolosi nella fase di valutazione. La regola aurea è sempre quella di non farsi prendere dalla fretta. Quindi è molto utile controllare accuratamente il veicolo da comprare. Andiamo a vedere i punti da seguire per concludere un ottimo affare. 

Il chilometraggio

Quando si decide di comprare un veicolo di seconda mano (Concessionario o da privato) è sempre consigliato controllare il chilometraggio effettuato. Infatti, è possibile manomettere il contachilometri così da sfoltire i chilometri effettivi. In questo caso controllate lo stato di usura dei pedali, dei sedili e del cambio manuale. Se noterete uno stato di usura accentuato in confronto a un chilometraggio basso, potreste essere davanti a un tentativo di truffa. Consultate anche il libretto della manutenzione con tutti i relativi tagliandi. 

La carrozzeria di un auto usata

Non fatevi ingannare dal primo sguardo: non tutti gli amori sono al primo sguardo. Osservate attentamente lo stato della carrozzeria.

  1. La verniciatura deve essere uguale e uniforme. Nel caso di punti che presentano difformità, può solo significare che sono state effettuate delle riparazioni.
  2. Non dimenticate inoltre di controllare eventuali presenze di punti di ruggine e di umidità.
  3. Aprite e chiudete le portiere così da verificarne lo stato, inoltre non dimenticate di osservare al meglio il telaio e il parafango.
  4. Attenzione anche a eventuali graffi o ammaccature che potrebbero essere presenti nella carrozzeria.

Se notiamo alcune di queste imperfezioni, potremmo negoziare uno sconto sul prezzo finale.

La meccanica

Ovviamente anche la parte meccanica non deve essere trascurata durante l’ispezione.

  1. Controllate i vari liquidi da quello refrigerante che deve essere limpido da quello della trasmissione che non deve essere più scuro del caffè. Anche liquido dei freni non deve essere di colore scuro.
  2. L’olio del motore? Diciamo che se è schiumoso non è un buon segno.
  3. Controllate il motore, cercando eventuali perdite di liquidi. Attenzione anche allo stato di usura della cinghia di trasmissione.

Chiediamo sempre un giro su strada per provare il veicolo. Meglio se ha guidarlo è lo stesso proprietario così da essere più libere da sentire l’auto. 

Ultima accortezza: bisogna conoscere la storia del veicolo. Controlliamo il libretto di manutenzione e tutte le ricevute degli interventi effettuati. Inoltre, verificare sempre che sull’automobile non gravi un’ipoteca oppure sia sottoposta a un fermo amministrativo. 

Ultima modifica: 6 ottobre 2020