Auto km 0: tutte le informazioni sul calcolo del bollo

751 0
751 0

L’acquisto di un auto km 0, conviene anche per quanto riguarda il pagamento del bollo. Vediamo perché possa convenire l’acquisto di questo tipo di auto.

Qualora decidiate di acquistare un’auto a chilometro zero, sarà importante sapere chi dovrà in tal caso pagare il bollo, se l’acquirente o il venditore. Ecco tutte le risposte alle vostre domande. La soluzione di acquisto di un’auto a chilometro zero, è sicuramente particolarmente conveniente per quanto riguarda il risparmio sul prezzo di vendita dell’automobile.

Cosa è il bollo auto

Il bollo auto è la tassa automobilistica italiana, che andrà pagata ogni anno, nota anche come tassa di circolazione. Sarà necessario infatti versarla l presso gli sportelli della propria Regione di residenza, per tutti gli autoveicoli che sono stati immatricolati e registrati nella Repubblica Italiana.

Per quanto riguarda l’importo della tassa automobilistica, potrà variare da veicolo a veicolo, a seconda di quelli che sono i kilowatt pertinenti del motore, che sostanzialmente indicano la potenza del motore. Chi possiede un veicolo più potente, andrà di conseguenza a pagare una tassa più consistente.

Anche le date di scadenza del bollo, varieranno da veicolo a veicolo, dal momento che la scadenza del bollo sarà riferita ovviamente alla data di immatricolazione. Non tutti dovranno effettuare il pagamento di questa tassa di circolazione.

Alcuni infatti saranno esenti dal pagamento o potranno usufruire di alcuni incentivi. Un esempio classico è costituito dai veicoli d’epoca. In caso di non pagamento della tassa di circolazione e di morosità, potranno essere applicate alcune sanzioni ed interessi di mora, da parte delle autorità autorizzate a riscuotere il credito. Recentemente si parla molto di bollo progressivo, ovvero di introdurre una tassa di circolazione, conteggiata non più sulla potenza del motore, ma bensì sulle emissioni.

Bollo per auto km 0

Ecco quindi le regole relative al pagamento del bollo di un’automobile a chilometro zero: dovrà provvedere al pagamento del bollo, l’intestatario dell’autoveicolo a chilometro zero, nel giorno della scadenza del termine per il versamento.

Qualora l’acquisto della vettura avvenga oltre il termine previsto, il primo bollo resterà a carico del concessionario che ha effettuato le pratiche di immatricolazione. In caso contrario, il pagamento del bollo auto sarà onere dell’acquirente. Questa regola per il pagamento del bollo è relativa esclusivamente per le tipologie di auto a chilometro zero.

Questa tipologia di autovetture è costituita da macchine in esposizione che sono già targate ed immatricolate di norma alla concessionaria. Quest’ultima, generalmente, immatricola le auto per ottenere gli obiettivi periodici imposti dalla casa produttrice, per poi procedere a rimettere le auto in vendita.

Ultima modifica: 5 gennaio 2018