Auto in estate: come prepararla al meglio

476 0
476 0

L’estate è la stagione dei viaggi e della libertà e, soprattutto in epoca di pandemia da Covid-19, l’auto può rivelarsi un ottimo mezzo per compiere gli spostamenti. A differenza di altri mezzi, infatti, in auto si viaggia da soli o con il proprio nucleo di familiari e di amici, il che permette di mantenere valido il famoso distanziamento sociale così importante per ridurre il dilagare del virus.

Ma, va detto, per fare in modo che la vacanza d’estate in auto possa trascorrere al meglio, occorrono alcuni imprescindibili preparativi che rendano, al tempo stesso, l’auto sicura e confortevole. Anche perché, mai come in questo periodo, le auto sono state spesso non utilizzate per via dello smart working e dei vari lockdown a cui, nostro malgrado, siamo stati sottoposti. E quindi prima di mettersi in viaggio d’estate è fondamentale rivedere l’auto in tutte le sue parti, in modo da scongiurare sgradevoli sorprese durante le agognate vacanze.

Tagliando o revisione?

Prima di intraprendere un viaggio durante l’estate, si diceva, è bene rivedere il proprio mezzo di trasporto in tutte le sue parti. Infatti, prima di partire durante l’estate può essere una buona occasione procedere con un vero e proprio tagliando, ma sempre che quest’ultimo sia in scadenza. Per scoprirlo, è sufficiente verificare le indicazioni riportate sul libretto di istruzioni o manuale d’uso della vettura. A questo proposito, una utile strategia sta nel rimandare – ma non troppo – il tagliando proprio a ridosso della partenza. In questo modo si sarà certi di partire durante l’estate con tutto in ordine, a cominciare dalla efficienza del sistema frenante, passando per le luci, il motore, ecc.

Ma naturalmente non è sempre il caso di procedere con un tagliando: se questo non è in scadenza, allora è sufficiente rivedere alcune parti del veicolo, al fine di assicurarsi che tutto sia in ordine. Ovviamente non si tratta di una revisione così come indicata dai termini di legge: questa va fatta secondo le scadenze dettate dalla norma, ossia a 4 anni dalla immatricolazione e poi ogni due.

Anche il comfort d’estate ha il suo perché 

Le parti meccaniche ed elettroniche dell’auto sono la prima cosa da verificare prima di partire in estate. Un’occhiata al motore, ai freni, ma anche agli pneumatici è fondamentale per guidare in sicurezza.

Ma anche il comfort del viaggio durante l’estate è fondamentale: con le altissime temperature che si sono verificate questa estate, viaggereste mai senza che l’aria condizionata sia al massimo della sua efficienza? E, con tutti i problemi di infezioni in circolo, viaggereste mai con un impianto del ricircolo non efficiente? Naturalmente no! E’ dunque fondamentale dare un’occhiata anche a questo genere di impianti: nulla deve essere lasciato al caso se si vuole trascorrere una vacanza serena e all’insegna della sicurezza e del comfort.

Tornando sul capitolo alte temperature, soprattutto se si pensa di lasciare l’auto a lungo parcheggiata – per esempio perché si trascorre una giornata in spiaggia – una buona idea può essere quella di dotarsi di qualcosa che possa riparare il parabrezza. Le temperature nell’abitacolo a fine giornata saranno comunque alte, ma forse sarà un po’ più vivibile.

Occhio ai documenti 

Anche la burocrazia in ordine è fondamentale per viaggiare in sicurezza e in serenità durante l’estate. Prima di partire, dunque, è bene accertarsi che l’assicurazione sia in regola, che il bollo sia pagato, che si sia in possesso di tutto quanto richiesto per viaggiare sereni in Italia e all’estero.

A tal proposito, può essere utile acquistare la cosiddetta vignetta nei paesi che la richiedono, in modo da percorrere in serenità le autostrade straniere. Inoltre, può essere utile sottoscrivere un’assicurazione aggiuntiva o, anche, se non se ne è ancora in possesso, una tessera Aci. In caso di malaugurata necessità, le spese di carroattrezzi e non solo non saranno un problema.

Ultima modifica: 1 settembre 2021