Auto coupé: cosa sono, come riconoscerle e qualche curiosità

189 0
189 0

Le auto coupé sono sicuramente ricorrenti nell’immaginario comune come automobili suggestive, romantiche ed emozionanti: vederle per strada fa sognare gli appassionati ma, esattamente, cosa sono le auto coupé?

Coupé deriva chiaramente dal verbo couper, ovvero “tagliare” secondo la lingua d’oltralpe e dunque un’automobile coupé non è altro che una vettura caratterizzata dalla particolare linea che si accorcia bruscamente nella parte retrostante. Un design molto rilassato e affascinante perché con il tempo si è andato associando all’idea di veicoli sportivi, veloci, spesso lussuosi ma non necessariamente.

Auto coupé: come riconoscerle?

In genere per coupé si intende un’automobile dotata di due posti tradizionali nella parte anteriore e di due meno spaziosi sul retro. Un prezzo da pagare alla linea tronca che è peculiare. Un sistema di distribuzione dei volumi interni dell’abitacolo che usa definirsi anche come 2 + 2.

Oltre agli spazi, una nota caratterizzante di questo modo di interpretare le quattro ruote è l’assetto solitamente ribassato che si ritrova in tutti i veicoli sportivi. Tanto che le definizioni “coupé” e “sportiva” sono sovente utilizzate come sinonimi nel linguaggio di settore, pur non essendo questa una lettura rigorosa in termini di “grammatica” motoristica.

Altre qualità identificative sono le linee sempre molto aerodinamiche di questa tipologia di veicoli, così come la presenza di sole due porte praticamente su tutte le versioni messe in commercio dalle case automobilistiche. Generalmente a tutte queste peculiarità si associa anche la unicità del corpo carrozzeria ma c’è anche la possibilità di qualche eccezione come i prodotti che presentano un tetto apribile.

Si tratta della variante, rara ma praticata da alcuni, che va sotto la denominazione di “coupé – cabriolet“: una versione che determina anche una variazione sostanziale con l’area posteriore dell’abitacolo che vede scomparire del tutto i due mini posti sul retro.

Auto coupé: altre curiosità

Per convenzione le vetture coupé possono essere divise in due sottocategorie che potremmo definire native coupé e derivate di serie. Alla prima appartengono i modelli pensati fin da principio per essere messe su strada con la inconfondibile linea calante. Un lusso di gran classe che però pochi e influenti marchi possono permettersi: Ferrari, Porsche, Bmw per fare qualche esempio.

La gran parte dei produttori invece preferisce presentare in versione coupé modelli che nascono per essere berline o tre volumi e riescono ad avere una fisionomia credibile e godibile anche nella veste sportiva. Anche in questo caso non mancano i brand di prestigio: Bmw serie 6, Mercedes CL e Maserati Gran turismo, solo per citarne alcuni.

Ultima modifica: 23 ottobre 2019