Auto a metano usata: vantaggi e svantaggi

279 0
279 0

Arriva il momento di cambiare l’auto e la prima domanda che sorge spontanea è  sicuramente: nuova o usata? La risposta molto spesso viene dal budget a disposizione e soltanto dopo si pensa al tipo di vettura, all’alimentazione e a una serie di fattori che sono determinanti comunque nella scelta.

Una delle possibilità che vengono prese sempre più in considerazione è l’acquisto di un’auto a metano usata.

Auto a metano usata: perché conviene

Può essere una scelta conveniente, soprattutto se si pensa al risparmio in termini di costo carburante, quando si percorrono molti chilometri o si ha necessità di un veicolo che non abbia limitazioni nelle zone interdette al traffico di auto inquinanti.

L’auto a metano risponde a questa caratteristiche. L’acquisto di un modello nuovo è però considerato molto costoso. Una vettura a chilometri zero potrebbe rappresentare la soluzione ideale in termini di affidabilità.

C’è infatti da considerare che assieme a tutti gli inconvenienti che può presentare una vettura usata, c’è anche il problema di un impianto aggiuntivo come quello a metano. L’ideale sarebbe farsi accompagnare da un esperto di impianti a metano e provare la vettura prima di decidere, sempre dopo aver ispezionato accuratamente l’impianto in tutte le sue componenti più importanti.

Ecobonus solo sulle auto a metano nuove

Il risparmio, sul prezzo di listino, tra un’auto a metano nuova e un’auto usata può arrivare anche al 30 per cento. Anche se oggi sarebbe opportuno valutare con più attenzione il tema del costo iniziale.

Dal 1 gennaio sono infatti in vigore gli ecobonus per le auto meno inquinanti e si tratta di cifre considerevoli, specie se si aderisce alla campagna di rottamazione. Su un’auto a metano che rispetti determinate caratteristiche il risparmio arriva a 6000 euro, in caso di rottamazione di un’auto considerata inquinante.

Potrebbe non essere ancora una cifra pari a quella di un buon usato, ma il maggior esborso verrebbe annullato da qualche anno di “tranquillità” per quanto riguarda la manutenzione all’impianto a metano. Un’auto a metano nuova potrebbe offrire, anche in termini di consumi, prestazioni migliori rispetto a una usata. Non decadono invece i benefici fiscali previsti.

Anche se le differenze possono esserci tra Regioni diverse, essendo il bollo auto di competenza regionale, mediamente l’imposta si attesta sul 25 per cento. In alcune regioni però il beneficio vale solo 5 anni dalla prima immatricolazione. L’auto a metano anche se usata può essere una valida alternativa al diesel per chi percorre molti chilometri.

Ultima modifica: 16 gennaio 2019