Aston Martin: storia di un mito

296 0
296 0

La Aston Martin è conosciuta nel mondo come un marchio di pregio e grande classe, certamente anche grazie alla presenza nelle avventure dell’affascinante agente 007. Sicuramente il legame del marchio Aston Martin con James Bond è la prima cosa che viene in mente, ma la storia di questa celebre casa automobilistica è ben più complessa e travagliata di quanto ricordi la cultura popolare.

ASTON MARTIN: L’AUTO 007

La prima comparsa dell’ Aston Martin in un film dell’agente 007 risale al 1963, anno di Agente 007- Missione Goldfinger. Il modello era la Aston Martin DB5, che tornerà in altri film con protagonista Sean Connery, mentre i successivi cambi di interpreti verranno accompagnati anche da un cambio di modello dell’auto, che rimarrà comunque l’iconica Aston Martin.

Negli anni più recenti abbiamo visto l’agente 007 guidare altre marche di auto, ma gli ultimi film della saga sembra di essere tornati alle origini, restituendo a James Bond la sua macchina simbolo; nel 2006 infatti, in Casinò Royale, si è vista la comparsa di ben due nuovi modelli di Aston Martin, guidati dal fortunato Daniel Craig. Per l’ultimo film finora prodotto, Spectre, la casa automobilistica ha disegnato un modello appositamente per l’occasione, la stupenda DB10, rinforzando nuovamente il suo legame con la serie di 007.

ASTON MARTIN: STORIA

La storia della casa automobilistica comincia nel 1913; i suoi creatori furono Robert Bamford e il pilota Lionel Martin, ma fino agli anni Cinquanta il marchio passò di mano in mano più volte, cercando di affermarsi senza troppo successo nel mondo delle corse e subendo più battute d’arresto in coincidenza delle due Guerre Mondiali. Negli anni Trenta, sotto la direzione tecnica di Bertelli, che aveva deciso di dipingere le nuove auto di rosso come segno scaramantico di buona fortuna, l’Aston Martin aveva raggiunto alcuni traguardi nelle gare, ma lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale mise fine al suo trionfo. Negli anni Cinquanta, con la nascita dei modelli DB, l’Aston Martin aumentò esponenzialmente la sua fama e divenne conosciuta a livello mondiale anche grazie al primo utilizzo in un film di James Bond.

Il marchio automobilistico passò nelle mani della Ford nel 1986, dopo varie vicissitudini sfortunate, che lo portarono più volte prossimo alla chiusura e al tracollo economico. La Aston Martin è stata infine comprata nel 2007 da un gruppo di vari investitori e rilanciata nuovamente nel mondo delle gare sportive.

Ultima modifica: 14 febbraio 2019